"Un arcipelago senza plastica", smaltite oltre dieci tonnellate di ogni tipo di materiale

OLBIA. Il gruppo di volontari di 'Un arcipelago senza plastica' e le guide dell'Ente Parco della società Semata (in totale oltre 40 persone) sono intervenuti in tre distinte discariche, vecchie e nuove, riuscendo a smaltire presso l'isola ecologica oltre dieci tonnellate di ogni tipo di materiale. In una zona periferica sono state rinvenute migliaia di bottiglie di vetro, ferro e molto altro materiale e serviranno almeno altre due interventi per bonificare la zona. Grazie a due imprenditori locali che hanno messo a disposizione i loro camion (Angelo Bifulco e Fabio Fancello), e al militare della Guardia Costiera Cristian Alfonso il materiale è stato trasportato direttamente all'isola ecologica. La preziosissima collaborazione con La Maddalena Ambiente ha permesso di ripulire l'arcipelago di oltre 88 tonnellate in tre anni dalla nascita del gruppo.

La situazione sta sfuggendo di mano visto e considerato che in molte zone recentemente ripulite, dove in moltissime circostanze è stato richiesto il posizionamento di telecamere, tra la meravigliosa vegetazione dei Giardinelli-Isuleddu i volontari si sono ritrovati davanti fiumi di ogni tipo di materiale (telai di moto, fuoribordo, batterie di auto, fiumi di vetro, copertoni con il relativo cerchione, detriti edili occultati tra la vegetazione o ricoperti con la terra. Non parliamo poi di rifiuti pericolosi nascosti volutamente lontano dalla strada principale, non solo a La Maddalena. I nostri appelli sono stati recepiti solo dall’Ente Parco che ha messo a disposizione persone e mezzi. Sicuramente un elogio particolare va riconosciuto al gentil sesso, infaticabili come sempre che sabato scorso si sono sacrificate senza risparmio. Un ringraziamento anche alla Guardia Costiera di La Maddalena sempre pronta a intervenire alle segnalazioni del gruppo di volontari. Infatti, dopo le segnalazioni che riguardavano due scarichi fognari in Via Budelli e lungomare Via Ammiraglio Mirabello, che si protraeva da lungo tempo, finalmente la situazione è ritornata alla normalità.

    

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche