Porto Rotondo tra i casi studio del progetto "Borghi Storici" dell'Università di Cagliari

OLBIA. Il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari ha avviato il progetto “Borghi storici e influenze culturali nell’architettura contemporanea d’autore negli insediamenti turistici costieri in Sardegna: i casi studio di Ossidda e Porto Rotondo”, in programma da ottobre 2021 a giugno 2022. Lo scopo è quello di fornire un contributo scientifico al riconoscimento culturale dei borghi storici e d’autore nel nord Sardegna, investigando contestualmente il rapporto tra le radici culturali dei borghi storici all’interno e i nuovi insediamenti costieri, con particolare attenzione all’uso costruttivo e decorativo del granito.

Così commenta l’iniziativa l’assessore alla cultura Sabrina Serra: «Siamo particolarmente soddisfatti dell’interesse manifestato dall’Università di Cagliari per Porto Rotondo, non solo quale insediamento turistico costiero ma anche per le sue caratteristiche artistiche ed architettoniche. In questo senso la collaborazione, siglata nel protocollo d’intenti, con il Comune di Osidda, con il Consorzio di Porto Rotondo, con la Fondazione Porto Rotondo e con il Rotary, oltre che con la stessa Università di Cagliari, apre una stagione di importanti studi e relazioni istituzionali che certamente valorizzeranno la storia e le peculiarità artistiche e architettoniche di Porto Rotondo, risorse preziose per caratterizzare e qualificare le prospettive future del nostro splendido borgo».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione