La Camera di Commercio del nord Sardegna presente alla nona Borsa del Turismo Food&Drink

OLBIA. Ambiente, cultura e turismo da domani (12 novembre) al Plaza di Caserta che ospita la IX Borsa del Turismo Culturale e la IV Borsa del Food&Drink entrambe organizzate dal network Mirabilia. E il nord Sardegna sarà presente con una delegazione formata dalla vicepresidente camerale Maria Amelia Lai e dieci imprenditori del settore turistico e agroalimentare per promuovere il territorio. Alla Borsa del turismo culturale parteciperanno Il consorzio Golfo dell’Asinara, la società cooperativa Exploralghero, Sa florida, Scroprisardegna servizi senza confini, la società cooperativa Scorpisardegna, Solevacanze, Travel Motus, al Food&Drink l’Accademia olearia, l’Azienda agricola Deaddis e la Domenico Manca Spa. Per rappresentare e promuovere al meglio il territorio.
 
Il network -costituito da Unioncamere nazionale e che lega 17 Camere di Commercio per valorizzare aree accomunate per rilevanza storica, culturale ed ambientale- sottoscriverà il documento nell’ambito di un evento dal titolo “Turismo sostenibile come motore per raggiungere la neutralità climatica”, in una giornata in cui il sistema camerale sarà protagonista.

L’ente camerale sassarese sarà infatti, tra i firmatari della “Dichiarazione di Glasgow sull'azione per il clima nel turismo”, promossa dalla rete ONE PLANET di UNWTO, l’Organizzazione Mondiale del Turismo. Perché l’ambiente resta una risorsa inestimabile e irriproducibile. Ed è possibile armonizzare promozione e sviluppo turistico tenendo ben presente la tutela ambientale.
 
“Mirabilia rappresenta un network capace di dare un importante valore aggiunto alle proposte di qualità che tutto il nostro territorio è in grado di esprimere- è il pensiero del presidente della Camera di Commercio, Stefano Visconti - ed essere presenti a Caserta con i nostri imprenditori rappresenta un passaggio importante. Mirabilia ci consentirà di agire su nuovi canali di promozione e commercializzazione delle nostre destinazioni che hanno tutte le caratteristiche per essere competitive in ambito nazionale ed internazionale".

Il nord Sardegna insieme alle altre comunità del network Mirabilia, si impegnerà a lavorare sul tema del turismo sostenibile con spirito collaborativo, condividendo buone pratiche e soluzioni e diffondendo informazioni, sostenendo l'impegno globale di dimezzare le emissioni entro il 2030 e raggiungere il punto zero il prima possibile, prima del 2050. Da qui ad un anno il network si impegna altresì a riferire pubblicamente sui progressi rispetto agli obiettivi che fanno leva su queste azioni: misurare, decarbonizzare, rigenerare, collaborare, finanziare.
 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione