Miasmi in zona industriale, Li Gioi: "Stop alla produzione di bitume nelle giornate di vento"

OLBIA. “Gli insopportabili miasmi provenienti dalla zona industriale di Olbia che da tempo disturbano e preoccupano la popolazione, e che in questi giorni hanno di nuovo raggiunto livelli allarmanti, devono essere eliminati, e la Provincia deve attivarsi adottando le opportune prescrizioni per risolvere la gravissima situazione di disagio in atto”.

“Ieri – spiega Roberto Li Gioi (M5s) - è arrivata la risposta alla mia interrogazione da parte della Direzione Generale della Sanità Servizio Promozione della Salute e Osservazione epidemiologica. A seguito della mia richiesta, il 19 ottobre scorso, il personale del Servizio competente ha effettuato un sopralluogo presso l'impianto della Vitali S.p.a per osservare lo stato dei luoghi e acquisire tutta la documentazione utile per le valutazioni del caso”.
“Nella dettagliata nota i tecnici spiegano che la criticità rilevata è sicuramente quella legata alla produzione di bitumi della Società Vitali S.p.a. e in particolare al carico del prodotto pronto caldo che viene scaricato sui camion per raggiungere i luoghi di stesura, e sottolineano che, probabilmente è questa la fase dove si sviluppano gli odori rappresentati nell’interrogazione”.
“Ma l'aspetto più significativo è che i tecnici suggeriscono delle soluzioni per la riduzione delle esalazioni, che consistono nell’apportare dei correttivi all’attività di produzione di bitumi. Innanzitutto, valutata la fattibilità tecnica, spiegano che si potrebbe prevedere una eventuale schermatura nella zona di carico del materiale prodotto, oppure scrivono, che, come previsto nell’autorizzazione ambientale rilasciata dalla Provincia di Sassari alla Vitali S.p.a., si dovrebbe sospendere la produzione dei bitumi in determinate condizioni meteo climatiche, in particolare nelle giornate di vento”.
A comunicarlo è il consigliere regionale del M5s Roberto Li Gioi che lo scorso 6 ottobre ha presentato un’interrogazione al Presidente Solinas e agli assessori all'Ambiente e alla Sanità per chiedere i necessari monitoraggi sulla qualità dell'aria nella zona dell'impianto.
 
“Auspico quindi che l'esito del sopralluogo venga tenuto in debita considerazione dagli Enti preposti e che venga fatto il possibile affinché i miasmi che i cittadini stanno continuando a sopportare cessino una volta per tutte, evitando di mettere a rischio la salute della popolazione, dal momento che gli effetti nocivi diretti sulla salute non possono essere esclusi”.



Tags: Li Gioi Olbia
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA