Golfo AranciGolfo Aranci

Jeremy Miroir ancora in testa dopo la tappa del Raid TT Sandalion di Olbia

OLBIA. Si è chiusa ieri, con successo, la seconda edizione di Sandalion, tappa sarda del Campionato italiano di Motorally Raid TT. Sul podio della classifica assoluta della terza prova Motorally, al terzo posto Andrea Rocchi, al secondo Jeremy Miroir, al primo Leonardo Tonelli. Nella quarta prova, guadagna il primo posto Jeremy Miroir, seguito da Jacopo Cerutti e da Leonardo Tonelli.
Premiati anche i piloti più giovani, Edoardo Mana e Francesco Longhi; nella categoria Under 23, primeggia Paolo Degiacomi; tra gli Ultra Veteran, Gilberto Cantori, e tra le donne, Raffaella Cabini.
Per quanto riguarda la classifica assoluta del campionato Raid TT Sandalion, si aggiudica il primo posto Jeremy Miroir, argento per Leonardo Tonelli e bronzo per Tobia Epster. L'organizzazione ha consegnato anche il  Premio Simpatia, riconosciuto ai piloti che si sono fermati per prestare soccorso ai colleghi infortunati, al primo pilota ad iscriversi alla gara e al più veloce tra i centauri sardi, Massimo Piras.

"La città ha voluto ospitare anche quest'anno questa competizione, anche in onore di Sara Lenzi e vogliamo continuare ad accoglierla in sua memoria, puntando a far diventare Olbia teatro dei prossimi campionati europeo e mondiale", ha detto l'assessore al Turismo, Marco Balata, ricordando la giovane pilota scomparsa nell'edizione del 2020, in seguito a un incidente in località Scala Pedrosa, durante un trasferimento tra due percorsi di gara.

"È un grande orgoglio aver coinvolto 240 piloti e aver portato a casa un buon risultato nonostante le condizioni climatiche avverse che hanno messo a dura prova la macchina organizzativa", ha commentato il presidente del motoclub Insolita Sardegna, Antonio Scanu.
Alla competizione, durata tre giorni, dal 6 all'8 maggio, organizzata da FMI e dal motoclub Insolita Sardegna, con il patrocinio della Regione e dei Comuni di Olbia e Berchidda e con il contributo della Fondazione di Sardegna, hanno partecipato 240 piloti, di cui 7 sardi, impegnati a battere le strade più nascoste e suggestive della Gallura, tra i comuni di Loiri Porto San Paolo, Oschiri, Alà dei Sardi, Monti e Berchidda.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA