Incidenti stradali a Loiri Porto San Paolo, interviene la polizia locale con interventi mirati

OLBIA. Da diverso tempo, la cittadinanza di Loiri Porto San Paolo ha rappresentato l’esigenza di interventi volti a mitigare il rischio di incidenti stradali e garantire una maggiore sicurezza agli utenti che percorrono le strade provinciali che attraversano i centri abitati di Loiri, Trudda e Azzanì.
 Negli scorsi giorni si sono verificati diversi incidenti stradali, anche gravi, che hanno provocato il ferimento dei conducenti e l’abbattimento di impianti di illuminazione pubblica, nonché il danneggiamento di abitazioni private. Per questo motivo nel corso delle ordinarie attività di controllo del territorio, la Polizia Locale, guidata dal Comandante Giuseppe Serra, ha istituito nelle strade provinciali, posti di controllo veicolare. Da queste verifiche si è appreso che le violazioni più ricorrenti fossero quelle inerenti la velocità che risultava eccessiva rispetto all’andamento del traffico, riscontrando quindi la veridicità di quanto segnalato.

La polizia locale si è mossa su diversi fronti per arginare il fenomeno. A partire da quella di carattere informativo/ deterrente, per passare ai dissuasori di velocità e infine a quella repressiva con il Telelaser.  Nei prossimi giorni, la Polizia Locale effettuerà dei controlli finalizzati ad accertare l’utilizzo delle cinture di sicurezza e di smartphone, alla specifica comunicazione agli enti preposti effettueranno i controlli elettronici della velocità.
Le date delle postazioni di controllo della velocità saranno pubblicate con largo anticipo, anche sui canali istituzionali dell’Ente, oltre che attraverso l’apposizione di specifica segnaletica.
«Attraverso l’attività informativa - fa sapere il comandante Giuseppe Serra - , gli automobilisti possono essere messi nelle condizioni di rispettare le regole con la speranza che le sanzioni  siano davvero l’ultima spiaggia per far desistere chi si ostina a creare pericolo nelle strade, e che queste, in nessun modo, siano viste come uno strumento per incrementare le casse dell’Ente».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

SIDDURA