Festa della Madonna della Consolata, fino al 20 giugno tra celebrazioni, mostre e tavole rotonde

OLBIA. Con la celebrazione del rosario alle 17 e 30 e l'inaugurazione di una mostra di tessuti proveniente dal sud America, al via a Olbia, in via Vena Fiorita, sede dei missionari della Consolata, al via la festa dedicata alla Madonna della Consolata.  Come ogni anno i Missionari, celebrando la festa della Madonna Consolata, vogliono vivere un momento di spiritualità e animazione missionaria.
Quest’anno è stata preparata una mostra di tessuti “molas” degli  degli indigeni Kuna che vivono tra il Panama e la Colombia nelle isole di San Blas. I tessuti realizzati dalle donne, presentano il mondo e la cultura di questo popolo.
Venerdì, 17 giugno alle ore 19 è prevista una tavola rotonda per presentare la figura di padre Danilo Scomparin, missionario della Consolata che ha lavorato quasi 40 anni a Olbia, scomparso di recente e il suo libro “Olbia cristiana, San Simplicio e la diocesi di Civita”.
Il 18 giugno giorno della festa, solenne celebrazione Eucaristica alle ore 19 , animata dal coro di Franco Lilliu a cui seguirà un rinfresco.
Lunedì 20 giugno recita del rosario alle 17 e 30 e a seguire sarà celebrata una Santa Messa in suffragio dei missionari defunti.

“Che questa festa, oltre ad onorare la nostra Consolata, - afferma padre Gianfranco Zintu, superiore della comunità di Olbia - sia un momento per crescere nella nostra vocazione missionaria conoscendo, rispettando e apprezzando altri popoli”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche