L'Olbia asfalta la Torres 2-1, il derby del nord Sardegna parla gallurese

OLBIA. In un Nespoli gremito di circa 2500 spettatori, l'Olbia si prende il derby di Coppa battendo in rimonta per 2-1 la Torres. Una vittoria d'imperio e di carattere che certifica la bontà e la forza del gruppo, così come la crescita di un percorso stagionale sul quale i Bianchi vogliono correre forte.
PRIMO TEMPO. In campo con il 4-3-1-2 e ben 4 esordienti dal primo minuti in stagione (Van der Want tra i pali, Renault sulla corsia destra, Incerti e Zanchetta in mediana), la squadra di Occhiuzzi ha messo in mostra un calcio frizzante e aggressivo crescendo d'intensità in un primo tempo che, al 10', aveva visto la Torres sbloccare la gara sugli sviluppi di un corner e di un batti e ribatti risolto dalla zampata di Scappini. Sotto di un gol, l'Olbia non ha accusato il colpo e dopo esserci andata vicina con Zanchetta (22'), Brignani (26') e Contini (28'), trova il gol del pareggio con Sueva che al 29' approfitta di una leggerezza di Heinz e fulmina Salvato facendo esplodere la Curva Mare. Il raddoppio arriva quasi per inerzia con un'Olbia assoluta padrona del campo: al 34' Contini serve Ragatzu che rimette al centro dove Zanchetta arriva con il tempo giusto e fa 2-1. Nei minuti finali la Torres prova a rialzare il baricentro e al 41' si presenza in area con Bonavolontà che calcia da posizione defilata trovando la pronta risposta di Van der Want.
SECONDO TEMPO. Si torna in campo con un cambio per parte (Occhioni rileva Incerti, Ruocco Sanat) e la Torres cerca subito di pungere. Al 47' qualche brivido corre sulla schiena dei bianchi quando Bellodi svirgola un cross teso dalla sinistra rischiando l'autorete, mentre al 48' Zanchetta è letteralmente salvifico nell'opporsi sulla linea alla conclusione di Bonavolontà. Pochi istanti dopo però, l'Olbia sfiora il tris: Sueva ha l'energia e l'intelligenza di rubare palla a centrocampo e si invola verso la porta avversaria affiancato nella corsa da Contini e Ragatzu: è un tre contro uno, ma l'attaccante italo-dominicano si allunga troppo la palla e deve ripiegare su La Rosa il cui tiro dal limite viene murato. Al 52' è ancora Sueva ad andare vicino al gol: stavolta il velo di Occhioni gli consente di presentarsi al tiro con ampio spazio, ma Salvato è eccezionale nel respingere il diagonale. Nella fase centrale della seconda frazione succede poco. La foga agonistica, da una parte e dall'altra, rimane sugli stessi livelli, ma solo al 73' si tornare a parlare di pericolosità in area quando Luppi conclude senza esito un suggerimento di Ruocco. All'89', l'ultimo sussulto di una Torres che nel finale viene arginata senza affanni da un'Olbia in totale controllo: il colpo di testa di Bonavolontà, su cross da palla inattiva, termina a lato di poco.
Cinque minuti di recupero servono a preparare al meglio la festa dopo il triplice fischio. Gode il popolo del Nespoli. Ed è bello, bellissimo così.
TABELLINO

Olbia-Torres 2-1 | 1° Turno Coppa Italia Serie C
OLBIA: Van der Want, Renault (53' Gabrieli), Brignani, Bellodi, Travaglini, Incerti (46' Occhioni), La Rosa, Zanchetta, Ragatzu (66' Boganini), Contini (66' Biancu), Sueva (59' Babbi). A disp.: Gelmi, Di Giorgio, Emerson, Sanna, Glino, Finocchi, König, Nanni. All.: Roberto Occhiuzzi
TORRES: Salvato, Heinz (66' Ferrante), Antonelli, Pinna R. (53' Dametto), Girgi, Bonavolontà, Gianola, Suciu (66' Masala), Sanat (46' Ruocco), Diakite, Scappini (53' Luppi). A disp.: Garau, Carboni, Liviero, Tesio, Pinna S., Carminati, Teyou, Campagna. All.: Alfonso Greco
ARBITRO: Mattia Ubaldi (Roma 1). Assistenti: Ivan Catallo (Frosinone) e Marco Giudice (Frosinone). Quarto Ufficiale: Enrico Cappai (Cagliari)
MARCATORI: 10' Scappini (T), 28' Sueva, 34' Zanchetta
AMMONITI: 21' Antonelli (T) e Ragatzu, 42' Gianola (T), 48' Renault, 75' Zanchetta, 83' Travaglini, 87' Ferrante (T) e Babbi, 91' Van der Want, 95' Bellodi
NOTE: Recupero: 2' pt, 5' st. Spettatori: 2459.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA