Prospettiva Donna a Milano con la Mannoia per "Musica è cambiamento sociale:Una, nessuna, centomila"

OLBIA. Nell'ambito del festival delle etichette musicali Linecheck - Music Meeting and Festival, una delle maggiori conferenze europee sulla new economy musicale, l'Associazione Prospettiva Donna ha partecipato all'incontro di giovedì 24 novembre "MUSICA É CAMBIAMENTO SOCIALE: UNA, NESSUNA, CENTOMILA" alla presenza di Fiorella Mannoia. Prospettiva Donna è stata ospite dell'iniziativa insieme agli altri sei Centri antiviolenza che lo scorso giugno sono stati selezionati dalle sette grandi artiste organizzatrici e protagoniste del maxi concentro Una. Nessuna. Centomila, il più grande evento musicale di sempre contro la violenza di genere, nato per dare un aiuto concreto ai Centri e alle organizzazioni che sostengono e supportano le sopravvissute alla violenza.

Durante l'incontro che si è tenuto ieri mattina dalle 12 alle 13 hanno preso la parola le rappresentanti dei sette Centri antiviolenza che hanno raccontato quali progetti verranno realizzati con l'importante donazione ricevuta. Per Prospettiva Donna è intervenuta la presidente Patrizia Desole, che a Milano era accompagnata dalla responsabile dell'organizzazione Piera Bisson. I temi al centro dell'intervento di Patrizia Desole sono stati la sorellanza e la solidarietà, valori che hanno ispirato l'ambizioso progetto che Prospettiva Donna intende portare avanti, ovvero il miglioramento delle strutture che ospitano i due Centri gestiti dall'Associazione e le case rifugio e la realizzazione di una «Casa dei saperi delle donne», che sarà costituita da un centro studi, un archivio della memoria dell'Associazione, che diventerà anche uno spazio inclusivo per lo scambio interculturale con le donne con background migratorio, uno spazio fisico di incontro e scambio per la valorizzazione della memoria delle donne nella comunità e uno scambio di saperi e pratiche che abbia un impatto anche sulle nuove generazioni. «Questo progetto - dichiara Patrizia Desole -, per noi molto prezioso, ci consentirà di mettere a sistema e ampliare tutto il lavoro culturale, di sensibilizzazione e formazione specifico sulle tematiche delle donne, sul femminismo e il contrasto alla violenza maschile contro le donne portato avanti negli anni dalla nostra Associazione con le scuole, la comunità e tutti i servizi della rete».

«Questo 25 novembre – continua Desole - rimarrà nella memoria dell'Associazione per questo importante riconoscimento, ma anche per le numerose iniziative organizzate nel territorio sardo e nelle piccole comunità galluresi con studenti e studentesse nella settimana della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. È grazie a queste reti e connessioni che si parte per attuare il cambiamento, sempre al fianco delle sopravvissute alla violenza».
Un ringraziamento speciale va dunque a Fiorella Mannoia e tutte le artiste protagoniste di Una. Nessuna. Centomila (Laura Pausini, Elisa, Giorgia, Emma Marrone, Gianna Nannini, Alessandra Amoroso), a Lella Palladino, Giulia Minoli e Celeste Costantino, che hanno partecipato e contribuito alla selezione dei sette Centri antiviolenza beneficiari della donazione.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche

SIDDURA