Affidati i lavori per il nuovo ponte di via Gabriele D'Annunzio a Olbia

OLBIA. «Non solo un'opera necessaria per aumentare il livello di sicurezza in città, ma anche un'opera bella da vedersi oltre  che funzionale». Con queste parole l'assessore all'Urbanistica, Bastianino Monni, illustra la pubblicazione all'albo pretorio dell'affidamento dell'incarico di progettazione definitiva, esecutiva, demolizione e ricostruzione del ponte stradale in via Gabriele  D'Annunzio, sul rio San Nicola, con eventuale estensione sul canale Zozò.

«Siamo giunti ad una importante fase che ci porterà all' abbattimento dell'ennesima opera incongrua che impedisce il normale deflusso delle acque verso il mare – commenta Monni –. La nuova opera avrà delle altezze tali e un franco che consentirà alle acque del rio San Nicola, in particolare nel periodo delle piogge quando i corsi d'acqua circostanti lo ingrossano, di raggiungere il mare in piena sicurezza, senza esondazioni e senza causare problemi alla città. Diamo priorità alla messa in sicurezza, ma non dimentichiamo un aspetto a noi molto caro, quello estetico architettonico. Lavoriamo per una Olbia sicura e sempre più bella e il nuovo ponte va proprio nella direzione di dare un'impronta di new live ingegneristica e architettonica inserita nel contesto ambientale. I rendering forniti dall'azienda già in fase di progettazione preliminare danno l'idea di come sicurezza e bellezza possano coniugarsi in modo perfetto».

Ad aggiudicarsi l'intervento di progettazione da 85mila euro è stata la Maffeis Engineering Spa (mandataria/capogruppo) con sede a Solagna (Vicenza) e SE.I.CO Srl (mandante)-Studio L&M Associati, Geologi Paolo Santino Tussaciu- Studio di architettura Architetti T. Pirina & M. Spano e Marcello Piro. Il valore dell'offerta, con un ribasso del 30 per cento, è stato di 85.164 euro. 120 i giorni per trasformare il progetto preliminare in definitivo ed esecutivo. Nel frattempo verranno chieste le autorizzazioni a Genio Civile e Regione Sardegna, servirà anche la Via, la valutazione di impatto ambientale per procedere alla demolizione e ricostruzione del ponte per 2 milioni e 400mila euro. “Si avvia alla conclusione un iter complesso che ha visto i tecnici della struttura Urbanistica al lavoro con dedizione quotidiana”, conclude l'assessore Monni.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Galleria Fotografica

Leggi anche