Atene e Dublino le due novità assolute per la stagione 2023 dell'aeroporto di Olbia

di Davide Mosca

OLBIA. Il 2023, almeno sulla carta, sembra prospettare un anno entusiasmante per l'aeroporto Olbia Costa Smeralda. Da domenica 26 marzo infatti verranno collegate 73 destinazioni, di cui 54 internazionali e 19 domestiche in 21 Paesi e un'offerta che prevede un numero di posti in vendita di 3.7 milioni di biglietti. La fotografia promettente di quello che succederà a breve è stata mostrata questa mattina nel corso della conferenza stampa di presentazione, a giornalisti e operatori turistici, del piano voli dello scalo gallurese per la stagione estiva 2023. Presenti all'incontro Silvio Pipppobello, amministratore delegato di Geasar, Mario Garau responsabile dello sviluppo rotte, Alberto Marchesi direttore di Enac Sardegna,  l'Assessore dei Trasporti Regione Sardegna Antonio Moro, Fabio Gallo in rappresentanza dell'aeroporto di Alghero, i rappresentanti delle compagnie aeree Easyjet e Volotea nonché i rappresentanti delle associazioni di categoria Federalberghi, Confindustria Centro Nord Sardegna, Confcommercio e Fiavet. . Ha moderato l'incontro il giornalista del Corriere della Sera, Leonard Berberi.

Tra le novità assolute e più interessanti per quanto riguarda le rotte internazionali ci sono sicuramente la Olbia-Atene e la Olbia-Dublino operate da due compagnie new entry nel portafoglio di oltre trentacinque vettori dell'aeroporto di Olbia: la Aegean e la Aer Lingus. Da evidenziare anche la nuova rotta da e per Birmingham di Jet2com e sul fronte dei voli charter sono da segnalare i collegamenti con porto, Brauschweig e Kassel. In tutto sono sedici i nuovi collegamenti estivi: Barcellona, Bilbao, Firenze, Lilla, Madrid, Marsiglia, Nizza, Parigi Charles de Gaulle, Tolosa e Valencia di Volotea, che porta a 28 il numero delle destinazioni raggiungibili dallo scalo olbiese, anche grazie all'aggiunta del secondo aeromobile alla base estiva.

«Affrontiamo questa stagione nuova con ottimismo  e per questo motivo - ha commentato Silvio Pippobbelo amministratore delegato di Geasar - stiamo adeguando le nostre infrastrutture. A partire dal piazzale nuovo che è nel periodo estivo diventa un collo di bottiglia e che vogliamo ampliare per la necessità di ospitare più aeromobili possibili. Abbiamo poi in mente di migliorare le condizioni di vita dell'aerostazione e alcuni progetti in termini di sostenibilità. E tra questi l'installazione di un impianto fotovoltaico che ci consentirà di produrre il trenta per cento di energia che produciamo. Tra le altre cose sostituiremo i mezzi di rampa con modelli elettrici. C'è massimo entusiamo e siamo a totale disposizione anche per sostenere questa nuova partenza del nuovo vettore Aeroitalia che è una assoluta new entry nel mondo dell'aviazione, ma che ha a disposizione una squadra di persone di veri professionisti, alcuni tra questi conosciuti perché provenienti da Meridiana».

Prospetto voli Summer 2023: https://bit.ly/OLBSummer23

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche