Riparte la grande sfida tra le scuole olbiesi per aggiudicarsi il trofeo della Remata della gioventù

OLBIA. Sono pronti a darsi battaglia per conquistare il trofeo della Remata della gioventù e le borse di studio offerte da alcune generose aziende olbiesi: gli studenti delle scuole superiori di Olbia, Tempio e Siniscola tornano in acqua per affrontare la sfida a colpi di remi.
I dirigenti scolastici hanno rinnovato il protocollo di intesa con la Lega navale di Olbia fino al 2025. Hanno aderito il liceo classico Gramsci, lo scientifico Mossa, l'istituto tecnico Deffenu, l'istituto tecnico Panedda, l'istituto di istruzione superiore Amsicora, il liceo artistico De André, l'istituto di istruzione superiore Pira di Siniscola, il liceo Dettori di Tempio, l'Ipsar Costa Smeralda di Arzachena, l'istituto Giuseppe Garibaldi La Maddalena.

La Remata della gioventù, nata come progetto contro la dispersione scolastica, è diventata nel tempo parte delle attività extrascolastiche degli istituti cittadini per la sua capacità di far fare sport in maniera diversa, ossia a mare; per la sua forte valenza sociale dal momento che mette uno al fianco dell'altro gli studenti, anche di classi diverse, aiutandoli a socializzare; perché rafforza lo spirito di squadra e trasmette i valori dello sport.

Già decise le date che vedranno gli studenti rematori scendere in acqua a bordo dei palischermi di legno per difendere i colori del proprio istituto: la prima gara sarà l'8 maggio, all'interno della settimana di festeggiamenti per San Simplicio. La finale sarà invece l'8 giugno. I campioni in carica sono gli alunni dell'istituto nautico di Siniscola.

“Siamo davvero orgogliosi del rinnovo di questo importante protocollo di intesa – commenta il presidente della Lega navale Tore Bassu -. Nonostante moltissime delle nostre energie, da alcuni mesi, siano dedicate ai lavori per la nuova sede con l'obiettivo di mantenere l'impegno e consegnarla ai soci prima dell'estate, il direttivo ha continuato a lavorare per portare avanti i progetti sportivi in cui la Lega crede fermamente, primo fra tutti la Remata della gioventù”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione