Mobilità sostenibile per turisti e residenti, Arzachena punta sui monopattini e le bici elettriche

OLBIA. Il Comune di Arzachena amplia la rete del trasporto comunale con progetti sostenibili di “sharing” per incentivare la mobilità dei cittadini grazie a monopattini e bici elettriche. L'iniziativa è promossa dalla delegata ai Trasporti locali e Attività produttive, Stefania Fresu, e interesserà il centro urbano e i principali borghi con mezzi gestiti in modalità “point to point”.
 
“Una rete di trasporti locali moderna e flessibile, capace di rispondere alle esigenze di turisti e residenti: questo è l'obiettivo del progetto che portiamo avanti con il bando pubblicato oggi che si integra con il servizio di bus Lu Pustali -  spiega Stefania Fresu, delegata ai Traporti locali e alle Attività produttive -. Entro giugno, circa 140 monopattini e 60 bici ad alimentazione elettrica verranno dislocati in 24 aree di sosta allestite su aree standard comunali nel centro urbano e nei borghi di Cannigione, Baja Sardinia, Porto Cervo, Porto Cervo Marina, Abbiadori e nei siti archeologici. Attiveremo anche convenzioni con gli operatori del settore ricettivo per promuovere e diffondere il più possibile l'utilizzo di questi mezzi che, oltre a garantire maggiore flessibilità negli spostamenti sul territorio, contribuiscono alla riduzione delle emissioni di Co2”.
 
L'avviso comunale prevede che la società appaltatrice fornisca i mezzi e i punti di ricarica e ne curi la gestione. È richiesta la formulazione di un piano tariffario che includa anche possibilità di abbonamento. I mezzi saranno individuabili con il sistema di localizzazione Gps e riconducibili al conduttore tramite i dati della carta di credito. L'utilizzo e il pagamento del servizio saranno interamente gestiti su piattaforma digitale accessibile da smartphone, tablet e pc.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione