Omicidio ad Arzachena, il rammarico e il cordoglio del primo cittadino Roberto Ragnedda

OLBIA. «Sono ancora incredulo di fronte a quanto avvenuto questa notte ad Arzachena - dichiara il sindaco del Comune di Arzachena, Roberto Ragnedda -. Sono sconvolto, così come lo è l'intera comunità, che si è svegliata con la tragica notizia della violenta morte di un compaesano, un amico. Ora possiamo solo manifestare la nostra vicinanza alla famiglia ed esprimere tutto il nostro cordoglio, proclamando il lutto cittadino nella giornata che le autorità stabiliranno per i funerali, così che tutti gli arzachenesi abbiano la possibilità di restare accanto ai familiari».

Con queste parole il sindaco di Arzachena ha commentato il tragico episodio avvenuto la notte scorsa in cui un figlio, Michele Fresi, ha ucciso il padre Giovanni. 

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione