Industria: Ucimu, ordini macchine utensili +0,2% nel terzo trimestre

economia
AdnKronos
Milano, 26 ott. (AdnKronos) - Rimangono stabili nel terzo trimestre dell'anno gli ordini di macchine utensili italiane. Rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente l'indice degli ordinativi ha registrato un incremento dello 0,2%, secondo i dati di Ucimu - Sistemi per produrre, l'associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione. Gli ordini raccolti sul mercato estero sono cresciuti del 6,8% su base annua, mentre cala bruscamente il mercato domestico, con l’indice sceso del 15,3%. "Il calo degli ordinativi raccolti sul mercato interno -commenta Massimo Carboniero, presidente Ucimu- denota un certo rallentamento degli investimenti in nuove tecnologie da parte degli utilizzatori italiani ma questo dato non deve trarre in inganno. Il risultato messo a segno nel periodo luglio-settembre 2018, si confronta con un trimestre da record: difficile fare meglio di quanto avevamo fatto l’anno scorso". La raccolta di ordinativi in Italia "al momento viaggia ancora su livelli soddisfacenti". A preoccupare i costruttori italiani, continua Carboniero, "è l’incertezza che circola intorno ai provvedimenti che faranno parte della manovra 2019 che si annuncia privata di misure importanti per il sostegno alla crescita, specialmente delle pmi". La manovra dovrebbe invece "considerare anche l’aggiornamento dei coefficienti di ammortamento per i macchinari, il mantenimento del credito di imposta al 50% sul valore incrementale degli investimenti fatti dalle imprese in ricerca e sviluppo e la Formazione 4.0”.

Leggi anche

Olbia Arena Elisa 27 agosto 2022