Corinaldo: Mattarella, 'servono verità e giustizia'

politica
AdnKronos
Ancona, 15 mar. (AdnKronos) - "Quello che è avvenuto era inimmaginabile e ingiustificabile, è impossibile farsene una ragione. Più passa il tempo più è impossibile farsene una ragione, perchè più passa il tempo più ci si rende conto del vuoto, di che cosa è venuto meno, di chi manca e della incomprensibilità delle condizioni che hanno provocato quello che è avvenuto. Non ci sono parole nè per dare conforto nè per poter trovare rimedi che non esistono. C'è soltanto bisogno che si appuri con rigore la verità e che si faccia con rigore giustizia". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando ad Ancona i familiari delle vittime della tragedia avvenuta nella discoteca di Corinaldo nel dicembre scorso."Quello che è avvenuto -ha aggiunto il Capo dello Stato- non è assolutamente ammissibile che avvenga, non si deve ripetere mai più, non si sarebbe dovuto verificare, perchè una serata di festa, per alcuni ragazzi la prima uscita, doveva essere circondata da cautele e da condizioni di sicurezza certamente maggiori. Aver trasformato un'occasione di festa anzi tutto dei ragazzi ma dei genitori con loro in una tragedia di queste dimensioni stride con ogni criterio di civiltà". (segue)

Leggi anche

SIDDURA MAÌA