Tavolara, habitat ideale dei molluschi
Sull'isola la Patella ferruginea

di Antonella Brianda

OLBIA. La Regione Sardegna ha finanziato l’aggiornamento del piano di gestione del sito di interesse comunitario “Isola di Tavolara, Molara e Molarotto”, gestito dall’Amp di Tavolara. Nell’ambito di questo aggiornamento sono stati avviati i lavori di monitoraggio sulla Patella ferruginea, gasteropode a rischio di estinzione in tutto il Mar Mediterraneo. Attualmente la distribuzione della specie è limitata a poche zone della parte occidentale dell'isola di Molara, a Molarotto ed in alcuni siti lungo la costa dell’AMP. Le indagini preliminari hanno evidenziato l’ottimo stato di conservazione della specie nell’isola di Molarotto. Le alte densità e le grandi dimensioni in taglia fanno supporre che questa zona possa essere considerata come un hot spot a livello del Mediterraneo. 
L’AMP di Tavolara rappresenta dunque una delle poche regioni mediterranee dove si possono ancora osservare esemplari di Patella ferruginea. Durante i primi sopralluoghi affidati al Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell’Università di Sassari, sono stati individuati i punti GPS degli individui in tutto l’isolotto di Molarotto e prelevati i campioni di tessuto per le analisi genetiche. In tutto l’isolotto sono state censite 1221 patelle. Si è poi proseguito con il censimento a Molara, dove solo nella parte settentrionale della costa sono stati contati 739 individui. Anche in questo caso, sono stati fatti prelievi non letali di tessuto per le attività di genetica di popolazione. I ricercatori continueranno il censimento nelle prossime settimane e procederanno con le analisi genetiche dei campioni prelevati.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA