Olbia, scuola d'infanzia "Il Girasole"
Le insegnanti respingono le accuse

di Antonella Brianda


OLBIA. La scuola d'infanzia privata "Il Girasole", in via Fera a Olbia, era frequentata da una trentina di bambini, tutti sotto i sei anni. Le indagini che hanno portato alla denuncia della titolare dell'attività e di sei collaboratrici, sono partite circa due mesi fa, quando i genitori di uno dei piccoli alunni, notando strani comportamenti del bambino, hanno indagato scoprendo così i trattamenti particolarmente duri e sgarbati delle operatrici della scuola. La coppia di genitori si è quindi rivolta ai Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia, i quali hanno effettuato controlli e indagini che hanno portato al provvedimento di sequestro preventivo dell'istituto, da parte del gip del Tribunale di Tempio Pausania, Vincenzo Cristiano. 


Gli uomini dell'Arma, grazie all'ausilio di telecamere nascoste all'interno dell'asilo, hanno accertato, tra gli altri maltrattamenti, come alcuni piccoli venissero abbandonati sui fasciatoi. Non ci sarebbe stata però alcuna percossa o violenza nei confronti dei piccoli alunni, ma modi particolarmente sgarbati, rudi e inadatti. Le insegnanti, intanto, respingono ogni accusa e, all'Ansa, tramite l'avvocato Giampaolo Murrighile che difende le sette donne denunciate, hanno fatto sapere di essere serene e di attendere gli sviluppi delle indagini. Infine hanno dichiarato: "Siamo una azienda che opera nel settore da 30 anni, il nostro interesse primario è l'educazione, l'istruzione e la formazione dei minori, non abbiamo paura di esser controllati nel nostro operato".

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci