Olbia, sgomberati tre appartamenti
Denunciate sei giovani prostitute

di Antonella Brianda


OLBIA. Graziose villette a schiera, giardinetti curati, fiori alle finestre e clima sereno. Questa la descrizione dal di fuori del quartiere Sa Marinedda a pochi passi dal porto turistico di Olbia. La sera, invece, alcuni degli appartamenti del tranquillo quartiere si trasformavano in case di appuntamenti, dove giovani ragazze provenienti dall'Est Europa e dal Sud America, si vendevano a un numero sempre maggiore di clienti. A scoprire questo giro di prostituzione sono stati gli agenti della Polizia Locale che questa mattina, a partire dalle 6, hanno proceduto allo sgombero degli appartamenti occupati dalle donne. Dopo aver ricevuto segnalazioni dagli abitanti della zona, esasperati dal continuo via vai di uomini a tutte le ore del giorno e della notte e dagli schiamazzi, gli agenti hanno iniziato un'operazione tanto delicata quanto lunga, fatta di appostamenti, fotografie scattate durante il giorno, indagini sulla rete. Le giovanissime, infatti, per adescare i potenziali clienti, oltre a uscire per strada e tentare di richiamare l'attenzione degli automobilisti diretti al vicino centro commerciale Auchan, avevano messo degli annunci online, con tanto di foto, numero di telefono al quale contattarle e indirizzo. 


Attraverso questi dati e grazie al lavoro di indagine, la Polizia Locale guidata dal Comandante Gianni Serra, è riuscita a scovare tre appartamenti in via Montale. Sei ragazze sono state accompagnate in caserma per l'identificazione e sono state denunciate all'autorità giudiziaria. Le operazioni di sgombero sono andate avanti fino alle ore 10 di questa mattina, senza nessun intoppo o problema. Le ragazze sono state tratte in inganno da alcuni agenti in borghese che, dopo averle contattate al cellulare, si sono recati nelle abitazioni. Agli appartamenti, regolarmente affittati alla donne, sono stati posti i sigilli e i proprietari, un sardo e due continentali, sono stati avvisati dell'accaduto. "Ciò che mi preme sottolineare è che le operazioni della Polizia Locale continueranno in questa direzione, ma è fondamentale che i proprietari degli appartamenti segnalino eventuali atteggiamenti sospetti da parte dei propri inquilini", ha affermato il Comandante Serra al termine delle operazioni di sgombero.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci