Golfo Aranci

Olbia, due ricercatori albanesi all'Amp
Tavolara modello da esportare


OLBIA. Sono atterrati questa mattina all'Aeroporto di Olbia Costa Smeralda e già dalle prime ore del pomeriggio hanno iniziato a prendere conoscenza della attività che gli operatori dell'Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo svolgono ogni giorno. I due ricercatori albanesi del SEA-Med - Field project Albania, hanno affrontato al meglio la prima giornata di lavoro alla scoperta del territorio dell'Amp di Tavolara. La delegazione dedicherà tutta la giornata alla visita della sede e degli uffici dell'Ente Gestore in via San Giovanni a Olbia.  Nell’ambito del SEA-Med - Field project Albania, finanziato dalla Comunità Europea,  il WWF international ha chiesto al Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, di ospitare la delegazione di ricercatori albanesi che dovrà implementare il servizio della conservazione marina in Albania. Da oggi e fino a venerdì 6 settembre, la delegazione conoscerà a fondo le dinamiche di gestione e conservazione messe in atto nel territorio dall’AMP di Tavolara, scelta dal WWF international come esempio di eccellenza per le strategie di management dell’Ente Gestore.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione