Herat, donazione della Brigata Sassari
Con il Rotary per l'ospedale pediatrico

Herat. Un’importante donazione di strumenti ed attrezzature medicali è stata effettuata dai militari del contingente italiano in Afghanistan a favore dell’ospedale pediatrico di Herat grazie al contributo del Rotary Club Sardegna di Macomer. ll rapporto di collaborazione instauratosi da tempo tra la brigata “Sassari” e il sodalizio isolano, ha riscosso il plauso del personale medico e paramedico della struttura sanitaria. La consegna del materiale è stata effettuata alla presenza del comandante del Regional Command West, generale Manlio Scopigno, del direttore dell’ospedale, dottor Said Naim Alimy, e del direttore del reparto pediatrico, dottor Noor Ahmad Akbari. Il capo Dipartimento della Salute della provincia di Herat, dottor Gholam Sayeed Rashid, ha ringraziato «per la significativa donazione, aiuto concreto ed attento alle esigenze sanitarie del popolo afghano, che consentirà ai bambini dell’Afghanistan di accedere ad un’assistenza medica più completa ed efficace, soprattutto nei servizi d’urgenza”.


 Da parte sua, il generale Scopigno ha sottolineato che “questa donazione rappresenta un segnale di vicinanza del popolo sardo nei confronti sia dei soldati italiani che stanno operando in Afghanistan, sia nei confronti dei soggetti più deboli del popolo afghano: i bambini. La salute, insieme alla sicurezza, all’istruzione e allo sviluppo economico sono il frutto di tanti anni di lavoro congiunto tra le forze di ISAF e quelle di sicurezza afghane”. Realizzato nel 2007 dal contingente militare italiano, l’ospedale pediatrico di Herat ha iniziato a erogare i suoi servizi nel 2008, può ospitare circa 100 bambini ed è utilizzato dalla facoltà di medicina dell’università di Herat come centro di formazione e di specializzazione pediatrica per i giovani laureati. 


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS