Golfo Aranci

Studenti Ipia restaurano tre barche
Si lavora per la Remata della Gioventù

di Antonella Brianda


OLBIA. L’onda di piena dell’alluvione del 18 novembre scorso li aveva quasi distrutti e si è portata via tutto il materiale che serviva per il loro restauro. Ma gli studenti dell’istituto superiore Ipia di Olbia si sono rimboccati le maniche e spinti da una forte passione, stanno lavorando alacremente per riportare al loro splendore i tre palischermi in legno donati della Marina Militare. Le imbarcazioni, una volta restaurate, verranno utilizzate dalla squadra dell’istituto che gareggerà il prossimo giugno nel tradizionale appuntamento della Remata della Gioventù, organizzata in stretta collaborazione con la Lega Navale di Olbia. I ragazzi dell’Ipia detengono il titolo di primi classificati e quest’anno la loro sarà una sfida doppia, visto che le barche sulle quali gareggeranno hanno bisogno molto più che di una semplice messa a punto. Il loro restauro prosegue di gran lena: docenti e alunni, grazie anche al prezioso aiuto di Antonio Tilocca, ex Nostromo dell’ “Amerigo Vespucci” e seguiti a vista dal decano dei maestri d’ascia Pietro Moro, lavorano al recupero delle imbarcazioni. Se si dovesse rispettare la tabella di marcia per metà maggio i tre palischermi saranno ultimati e allora i ragazzi faranno la cerimonia del varo. 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA