Golfo Aranci

Esuberi Meridiana in marcia a Parigi
Dall'Aga Kahn e poi a Bruxelles

di Davide Mosca

OLBIA. Gli esuberi Meridiana sono arrivati questa mattina a Parigi per manifestare davanti alla residenza del principe Karim Aga Kahn, proprietario della compagnia aerea. I lavoratori hanno esposto numerosi cartelloni per richiedere l'intervento diretto del principe nella delicata vertenza. I lavoratori proseguiranno poi verso Bruxelles, dove verranno ricevuti nella sede della commissione europea. Secondo quanto riportato la delegazione partita da Olbia chiederà alle istituzioni europee di intervenire nella vertenza che per ora registra l'avvio delle procedure di messa in mobilitò di 1634 persone. E nel frattempo ci si lamenta per la totale assenza della presidenza del consiglio dei ministri che, fino ad oggi, è rimasta in silenzio sulla vicenda. "I lavoratori non sono le uniche vittime della crisi di Meridiana -si legge in una nota stampa diffusa dai lavoratori-. La sua chiusura costituirebbe un serio problema per l'intero Paese, essendo l'azienda sarda l'ultima compagnia aerea di linea italiana superstite dopo il fallimento di tutti gli altri vettori nazionali e la sostanziale vendita di Alitalia alla compagnia degli emirati arabi, Eithad. In un Paese dalla straordinaria vocazione turistica come il nostro, tra l'altro alla vigilia dell'Expo', permettere che la gestione del sistema del trasporto aereo sia interamente in mano ad aziende straniere, sarebbe un errore strategico gravissimo".


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci