(In)visibile in aeroporto a Olbia
Nuova mostra dell'Art Port Gallery

Chiusa con successo la mostra Corbula di Alessandro Pintus, incentrata sulla cultura popolare dell'intreccio in Sardegna,  la Geasar inaugura la nuova stagione con una installazione dedicata alla fluorescenza dal titolo (In)VISIBILE.

 

Al primo piano nella sala museale Art-Port Gallery, l'artista Francesco Zolo accompagna il visitatore dell'Aeroporto Olbia Costa Smeralda in un viaggio creativo, che si realizza con l'osservazione di opere dipinte con colori flou ed evidenziati in prospettive di colore virtuali dalle lampade wood. Una ricerca e uno studio dell'artista sul tema concettuale dei piani sovrapposti, dove lo spettatore “vedendo attraverso”, percepisce la prospettiva spaziale delle linee e delle griglie costruite nel campo pittorico con l'uso sapiente dei colori che interagiscono la luce ultravioletta.

 

(in)VISIBILE è la ricerca di una realtà virtuale, aumentata dallo spirito con il quale l'osservatore riesce a costruire e interpretare la sua visione. La sperimentazione ottica stimolata dalle opere di Francesco Zolo, aprono alla ridefinizione di ciò che la realtà può assumere esteticamente, secondo la profondità di chi la guarda. Una visione quasi intima di sfumature di colore, di forme in continua evoluzione, che gli altri soggetti “forse” percepiscono allo stesso modo. Questo processo porta ad un percorso molto individuale nel quale viene esaltata l'unicità dell'opera, ricostruita dalle immagini astratte create dalla luce in rilievo, differente per ogni singolo lettore. Completano la mostra alcune creazioni in ceramica, parte integrante dell'attività artistica di Zolo.

 

“La mostra sarà visitabile da oggi fino all'11 ottobre, al primo piano dell'Aeroporto Olbia Costa Smeralda, nella sala Art-Port Gallery, ad orario continuato dalla 9 alle 23.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS