Nuovo comitato direttivo Anacli
Tamponi rappresenterà la Sardegna

Nel mese di novembre l’Anacli, l’associazione nazionale degli allevatori delle razze bovine Charolaise e Limousine, ha rinnovato il comitato direttivo per il prossimo triennio. A rappresentare la Sardegna sarà l’associato della Coldiretti Gallura Vanni Tamponi, proprietario dell’azienda Montagnana con sede nel comune di Tempio Pausania e allevatore da oltre vent’anni di bovini di razza Limousine.

 

«La mia nomina come rappresentante della Sardegna nel comitato direttivo dell’associazione Anacli – dichiara Vanni Tamponi - è stata condivisa dalla maggioranza degli allevatori sardi. Nel prossimo triennio, 2105/2018, lavorerò per portare a Roma tutte le rimostranze e le problematiche che caratterizzano la nostra regione ponendomi nei confronti dei protagonisti del comparto come un primus inter pares: un anello di congiunzione tra la base e l’associazione nazionale. Mi auguro che la mia azione possa essere utile non solo per continuare a promuovere e valorizzare le razze bovine Charolaise e Limousine ma anche per fare crescere un settore dalle grandi potenzialità».

 

Vanni Tamponi succede a un altro associato Coldiretti, Marco Asara. Attualmente ricopre un ruolo all’interno del consiglio di amministrazione dell’Aipa di Sassari. La sua nomina sarà presentata ufficialmente il 15 dicembre a Ozieri durante l'incontro tra gli allevatori della sezione regionale bovini da carne.

 

«Per la Coldiretti Gallura - afferma il presidente Gian Battista Manduco - è una grande soddisfazione che la nomina del rappresentante Anacli sia ricaduta proprio su Vanni Tamponi, uno tra i più grandi allevatori della Sardegna con le sue ottanta fattrici metà delle quali importate direttamente dalla Francia. Il suo insediamento nel comitato direttivo sarà molto utile per tutta la Gallura dove ci sono allevamenti di eccellenza e di genetica di alto livello».


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA