Crisi idrica in Gallura e invasi vuoti
La soluzione? Acque reflue e Padrongianus

OLBIA. Si è svolto ieri a Olbia un incontro alla presenza dell'assessore ai lavori pubblici Paolo Maninchedda in merito alla crisi idrica che sta colpendo la Gallura. Il tavolo di confronto si è svolto nella sala dell'Ex provincia di Olbia Tempio. Presenti anche i sindaci del territorio e  i rappresentanti del consorzio di bonifica che da tempo denunciano il grave stato di crisi che vede i bacini e gli invasi semi vuoti con 13 milioni di metri cubi d'acqua mancanti. Tra le soluzioni proposte c'è quella di intercettare le acque reflue e quelle del fiume Padrongianus per dare ossigeno agli invasi. Ed è stata anche l'occasione per un confronto tra il sindaco di Olbia Settimo Nizzi e Maninchedda sulla delicata questione del Piano Mancini.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

Golfo Aranci