I Giganti della Dinamo cadono a Pesaro, 76 a 71 il risultato finale

La Dinamo Banco di Sardegna cade alla Adriatic Arena contro un’agguerrita Victoria Libertas Pesaro. I ragazzi di Federico Pasquini, nonostante un avvio di grande energia, subiscono la rimonta della Consultivest che -dopo essere stata sotto di 18- ristabilisce la parità dopo 24’ di gioco. Nel finale punto a punto sono due giocate determinanti di un super Thornton (28 pt) a mettere il sigillo sulla vittoria dei biancorossi.
I giganti, reduci dal tour de force delle 4 partite in 5 giorni, cadono sul campo marchigiano, doppia cifra per Dusko Savanovic e Josh Carter, 13 punti a testa: l’ala serba sfiora la doppia doppia con 9 rimbalzi a referto e 6 falli subiti. Bene Rok Stipcevic e David Bell, autori entrambi di 9 punti, importante apporto nel pitturato di Tau Lydeka (6 pt, 4 rb) e quello di Lollo D’Ercole dalla panchina, a segno con due triple importantissime.
Domani la squadra farà rientro in Sardegna dove si metterà subito al lavoro in vista del match del Round of 16 di Basketball Champions League contro Le Mans Sarthe in programma mercoledì al PalaSerradimigni.
5°giornata di ritorno. La Dinamo Banco di Sardegna affronta la Consultivest Pesaro nella sfida valida per la 5°giornata di ritorno del campionato. Dopo il tour de force tra Final Eight e Basketball Champions League i giganti si concentrano sul campionato. La sfida numero 50 di coach Pasquini in panchina si annuncia ostica contro un avversario in lotta per la salvezza e forte del riposo per la pausa della scorsa settimana per la Coppa Italia. Questa sera alla Adriatic Arena farà il suo esordio in maglia Vuelle Jeremy Hazell mentre coach Pasquini terrà fuori per turnover l’ultimo arrivato in casa Dinamo David Lighty. Ritorno nei panni di ex di Tau Lydeka e Trevor Lacey, lo scorso anno in maglia Consultinvest, e Rok Stipcevic a Pesaro nel 2013.
La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi, Sacchetti e Lydeka, coach Bucchi risponde con Hazell, Thornton, Jones, Nnoko e Harrow. I giganti mettono a segno un avvio di grande energia e scavano subito un gap di 11-4. Apre le danze Bell, mentre l’ex di giornata Lydeka lavora bene nel pitturato. I padroni di casa faticano a trovare il canestro, i sassaresi allungano dall’arco con Lacey, Sacchetti, Carter e D’Ercole. Il primo quarto si chiude 10-23. Nella seconda frazione Devecchi e compagni siglano il massimo vantaggio di +18 grazie all’apporto dalla panchina di Carter e Savanovic. Reazione della Vuelle che, condotta da Thornton, in doppia cifra dopo 20’, risale la china. Un canestro di Harrow manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 30-34. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa continuano la cavalcata con un break di 9 lunghezze che riporta Pesaro a un punto di distanza. Una bomba di Stipcevic sblocca i sardi, ma Jones sigla la parità. Ancora risposta dall’arco del play croato: le due squadre adesso si affrontano a viso aperto. I giganti trovano le energie per scavare un mini break di 5 punti con Lawal e Carter. Nnoko chiude al 30’ con un solo possesso di distanza per la Consultinvest (52-55). Gli ultimi 10’ sono concitati: il quinto fallo di Lacey confina il numero 7 biancoblu in panchina. Pesaro riesce a mettere la testa avanti con un parziale di Jones per il massimo vantaggio (68-62). Reazione sassarese con il semigancio di Savanovic e la tripla di Bell. Thornton dall’arco allunga ancora, risponde Stipcevic dalla lunetta. Sono due canestri decisivi di Thornton a consegnare la vittoria a Pesaro: alla Adriatic Arena i giganti cadono per 76-71.
Sala stampa. Coach Federico Pasquini commenta a caldo il match: “È stata una partita che ha avuto un approccio a nostro favore, poi sul 10-28 non siamo stati capaci di fare le giocate che avrebbero steso Pesaro. Complimenti a Pesaro che ha fatto una partita di grande presenza, intensità non ha mai mollato. Son tornati sotto all’intervallo. Poi dall’intervallo in poi è diventata un’altra partita dove la loro aggressività ci ha tolto profondità a livello offensivo, abbiamo fatto poco canestro da due punti. Alla fine la partita si è fatta sugli episodi e sui dettagli: complimenti a Thortnon che ha fatto una grande partita, ha messo una bomba a poco meno di 2’ dalla fine allo scadere dei 24’’. Complimenti a Pesaro che ha giocato una partita di grande aggressività, noi siamo stati ingenui perché siamo andati nel loro territorio dopo essere partiti nel nostro”.

Consultivest Pesaro 76- Dinamo Sassari 71
Parziali: 10-23; 20-11; 22-21; 24-16.
Progressivi: 10-23; 30-34; 52-55; 76-71.
Consultivest Pesaro. Crescenzi, Gazzotti 5, Cassese, Thornton 28, Jasaitis 4, Ceron 3, Jones 17, Nnoko 6, Zavackas, Harrow 10, Hazell 3. All. Piero Bucchi.
Dinamo Sassari. Pompianu, Bell 9, Lacey 5, Devecchi, D’Ercole 6, Sacchetti 5, Lydeka 6, Savanovic 13, Carter 13, Stipcevic 9, Lawal 5, Monaldi . All. Federico Pasquini.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA