L'Arzachena sconfitta 1-0 dalla Pistoiese

OLBIA. L’Arzachena esce sconfitta con il minimo scarto dal “Marcello Milani” di Pistoia. Un ko che lascia tanto amaro in bocca ai biancoverdi che, dopo aver concesso la prima frazione ai toscani, nella ripresa dominano in lungo e in largo non sfruttando almeno 4 chiarissime occasioni da gol e recriminando per una massima punizione non concessa in pieno recupero per un fallo subito da Bertoldi. Giorico sceglie il 4-4-2 con capitan Bonacquisti al rientro da titolare che si sistema davanti alla difesa mentre Lisai, Nuvoli e Casini completano la cerniera di centrocampo. Davanti Curcio gira attorno a Vano. Ritmi molto blandi in avvio con continui falli, da una parte e dall’altra, a spezzettare il gioco. Squadre raccolte nella zona centrale che faticano ad articolare azioni degne di questo nome. Al 14′ un’improvvisa mischia in area biancoverde si conclude con l’atterramento di Regoli da parte di Sbardella: Ferrari trasforma di potenza il calcio di rigore. L’Arzachena prova subito a reagire pressando alto, ma riesce a raccogliere soltanto una lunga serie di tiri dalla bandierina senza esito.

Lo spettacolo latita alquanto sino agli ultimi minuti della prima frazione che vedono i toscani sfiorare per due volte il raddoppio. Al 43′ Luperini salta più in alto di tutti sul corner battuto da Zullo sfiorando il palo sinistro e un minuto più tardi Ruzittu è superlativo ribattendo con il corpo una conclusione da pochi passi di Ferrari. Nell’intervallo Giorico carica i suoi che ritornano in campo con un altro atteggiamento e al 2′ Casini conclude dai 20 metri trovando la parata a terra di Zaccagno. L’inerzia passa completamente tra i piedi smeraldini con i toscani costretti a difendersi nella propria trequarti. Al 10′ Lisai pennella dalla bandierina per la torre di Sbardella che favorisce la bordata rasoterra di Vano che Zaccagno respinge con il corpo: riprende Piroli che calcia sopra la traversa. Al 14′ Nuvoli crossa da destra e Vano incorna fuori di pochissimo. Il centravanti romano è imprendibile e al 16′ controlla di petto in piena area prima di scaricare un destro velenoso che Zaccagno respinge corto: arriva di gran carriera Lisai che, in spaccata, calcia alle stelle. Giorico al 23′ rinforza la linea avanzata inserendo Bertoldi per Casini. Al 36′ dentro Musto per Lisai. Arzachena sempre in avanti. Al 39′ traversone di Nuvoli per la testa di Curcio con la palla che termina alta. Colossale opportunità al 43′: Peana fa filtrare in area per Musto che con uno splendido colpo di tacco smarca Curcio il cui sinistro a botta sicura si perde di un niente alla sinistra dell’impotente Zaccagno. Gara stregata che diventa ancora più indigesta al 47′ quando l’appena entrato Tartaglione spinge nettamente alle spalle Bertoldi in area ma l’arbitro lascia incredibilmente proseguire. Inutili le proteste arzachenesi che continuano anche dopo il triplice fischio che rende definitivo l’ 1 a 0 a favore degli arancioni di Indiani. Sabato prossimo è in programma la sfida casalinga con il  Livorno.

Pistoiese: Zaccagno, Zullo (25’st Nossa), Mulas, Luperini, Quaranta, Regoli, Nardini (18’st Minardi), Surraco (18’st Papini), Ferrari, Hamlili, Picchi (44’st Tartaglione)

A disposizione: Biagini, Zappa, Sanna, Dosio, Rafati, Sadotti, Cerretelli, Sallustio

Allenatore: Paolo Indiani

Arzachena: Ruzittu, Peana, Trillò, Bonacquisti, Sbardella, Piroli, Casini (23’st Bertoldi), Nuvoli, Vano, Curcio, Lisai (36’st Musto)

A disposizione: Cancelli, La Rosa, Maestrelli, Aiana, Arboleda, Taufer, Cardore, Varricchio

Allenatore: Mauro Giorico

Arbitro: Rossetti di Ancona

Rete: 14′ Ferrari (r)

Note: ammoniti Casini, Papini; angoli 12 a 2 per l’Arzachena; recupero 0’pt e 5’st.

 
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA