Cala il sipario su Invitas 2018, ecco com'è andata

OLBIA. Cala il sipario sull’edizione 2018 del villaggio del gusto e della tradizione. Ottimi riscontri tra gli standisti, tanti cagliaritani e sardi tra i padiglioni aperti e l'area food. L’organizzatrice Alessia Littarru: “La Fiera si conferma luogo adatto per eventi simili”. C’è stata la pioggia, caduta a tratti durante le quattro giornate di InvitaS 2018. Ma il meteo “ballerino” non ha fermato la fame di tradizione e buon cibo di decine di migliaia di persone. Sin dalla maxi parata inaugurale, passando per le esibizioni quotidiane imbastite da associazioni provenienti da ogni angolo della Sardegna, sino ad arrivare al gran finale con lo spettacolo circense e i fuochi, InvitaS e la Fiera si confermano un ottimo binomio. Presi d’assalto i dieci punti di ristoro, con altrettanti menù a scelta: carne e pesce cento per cento sardi, per soddisfare tutti i palati. Gli standisti, con le loro creazioni e produzioni originali, sono rimasti soddisfatti dell’afflusso di persone, e i padiglioni si sono trasformati, dall’1 al 4 novembre scorsi, in vere e proprie vetrine esclusive dell’artigianato e dell’enogastronomia sarda. Un’esperienza sicuramente da ripetere, a detta dell’organizzatrice dell’evento, Alessia Littarru: “Ringrazio tantissimo la Fiera per la disponibilità e l’aiuto costante che ci ha garantito, partendo dal suo presidente Gianluigi Molinari sino ad arrivare a tutto il suo staff. La zona fieristica si conferma adatta a svolgere eventi di questo tipo, sia per la centralità del posto sia per i tanti spazi moderni ed efficienti che riesce a garantire”.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA MAÌA