Terreni per edilizia popolare a Golfo Aranci, Fasolino: "Nessun dubbio sulla proprietà"

OLBIA. Nei mesi scorsi erano trapelate numerose polemiche sulla reale proprietà del comune di Golfo Aranci dei lotti destinati ad edilizia economica popolare, l’amministrazione le aveva sempre respinte e ritenute sterili e non veritiere. Oggi, in piena campagna elettorale, il comune vuole precisare alcuni elementi.

 «I dubbi sollevati in paese e a mezzo stampa circa la mancanza del titolo di proprietà di dette aree – dichiara il sindaco Giuseppe Fasolino – hanno avuto l’effetto di creare incertezza tra i possibili assegnatari, facendo pensare che amministratori ed uffici avessero attivato un bando senza le opportune verifiche, cosa tutt’altro che vera. Nel dicembre 2014 tra l’amministrazione comunale e i precedenti proprietari privati vi è stato un atto pubblico di cessione che ha trasferito la proprietà dei beni al comune, un terzo soggetto, la Golfo Aranci SpA, in relazione di precedente attività tra le parti si è soltanto occupata della detenzione cura e custodia sino ad oggi e questo può avere generato un po’ di confusione».

«Con il bando di edilizia economica popolare – spiega il vice sindaco Mario Mulas - abbiamo raggiunto un importante obiettivo del nostro programma: consentire la realizzazione di case per i residenti a condizioni agevolate. Una scelta che ha comportato una lunga attività amministrativa, ma ci consente oggi di fornire una importante risposta per tutti coloro che trovandosi in particolari condizioni economiche avranno la possibilità di acquistare il terreno per costruite la loro casa».

«Siamo molto contenti –  ha concluso il delegato all’urbanistica Luigi Romano – della scelta fatta e che il progetto finalmente si concretizzi, la realizzazione delle case permetterà finalmente ai giovani, alle famiglie e ai tanti che desiderano vivere a Golfo Aranci di avere un’opportunità in più per trovare una abitazione funzionale alle proprie disponibilità economiche. Obiettivo prossimo quello di aumentare le possibilità edificatorie per dare una residenza stabile ai molti golfarancini che sino ad oggi non riescono ad avere una casa propria».
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA MAÌA