Il Festival del Cinema di Tavolara rende omaggio ad Andrea Camilleri

OLBIA. La seconda serata del Festival del Cinema di Tavolara “Una notte in Italia” si è aperta con il ricordo del maestro Andrea Camilleri. Prima il lungo applauso del pubblico, poi le parole della madrina della manifestazione Donatella Finocchiaro, siciliana, che ha da poco girato La stagione della caccia, trasposizione televisiva dell’omonimo romanzo del grande scrittore. «Lui è stato un maestro che attraverso i suoi libri ci ha insegnato molto. Le sue opere saranno studiate dai nostri figli» ha detto l’attrice. A presentare la serata è stata la direttrice artistica Piera Detassis, affiancata alla giornalista del Corriere della Sera Stefania Ulivi. Nel cinema all’aperto creato all’interno dell’Oasi Naturalistica La Peschiera di San Teodoro è stato innanzitutto proiettato il corto Denyse al di là del vetro di Gianfranco Gallo, attore e regista, uno degli ospiti della kermesse. Subito dopo il film documentario Shooting the Mafia di Kim Longinotto sulla vita e sulla carriera della grande fotoreporter Letizia Battaglia, palermitana, anche lei presente al Festival. Una donna che nella sua isola, attraverso il suo obiettivo, ha raccontato una delle stagioni più sanguinose della storia italiana. Inoltre sono state proiettate in anteprima le immagini del primo film italiano di Goran Paskaljevic Nonostante la nebbia con la stessa Donatella Finocchiaro. La brava attrice ha salutato il pubblico e si è detta onorata di essere stata scelta come madrina del Festival: «Sono molto fortunata: questa è una manifestazione seguitissima e che si svolge in un luogo molto bello come la Sardegna».

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI. La 29esima edizione del Cinema di Tavolara proseguirà fino a domenica 21 luglio. A presentare le serate sarà Geppi Cucciari. Oggi, giovedì 18, il Festival farà tappa a Porto San Paolo in piazza Lungomare. A partire dalle 21.30 saranno proiettati il corto prodotto da OffiCine Fulmini e saette, per la regia di Daniele Lince, con Carolina Crescentini e Mario Sgueglia, e il film Troppa Grazia di Gianni Zanasi con Alba Rohrwacher, presente alla rassegna. Da domani venerdì 19 luglio le proiezioni si svolgeranno a Tavolara, sempre dalle 21.30. La prima serata sull’isola comincerà con Io Leonardo, Making of, anteprima di Sky Arte: presenti Francesco Pannofino e Angela Fontana. A seguire la  La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, tra gli ospiti della manifestazione, e Favola di Sebastiano Mauri, con protagonista Filippo Timi e Lucia Mascino, ospite del festival. Sabato 20 luglio verrà consegnato il premio EcoMov cinematavolara speciale alla carriera a Benito Urgu, in collaborazione con Sardegna Film Commission. Poi le proiezioni del corto Mini Una tradizione di famiglia, alla presenza del direttore artistico del progetto, il regista Silvio Soldini, e del film campione d’incassi in Sardegna L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca. A presentare il film saranno il regista, Geppi Cucciari, nelle vesti di sceneggiatrice, e i protagonisti Stefano Fresi, Francesco Pannofino e Jacopo Cullin. A chiudere la serata il film C’è tempo di Walter Veltroni, presente a Tavolara. Domenica 21 luglio l’ultima giornata della manifestazione, durante la quale verrà consegnato il premio EcoMov cinematavolara a Stefano Fresi, sempre in collaborazione con Sardegna Film Commission. Saranno proiettati il corto Frontiera di Alessandro di Gregorio, in collaborazione con la Fondazione Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello, e infine il film Tutti pazzi per Yves di Benoît Forgeard.

 

INCONTRI E MOSTRE. Da oggi 18 luglio a domenica 21, dalle 18.30 in piazza Gramsci a Porto San Paolo, si svolgeranno gli incontri con i protagonisti del Festival, condotti da Geppi Cucciari e Piera Detassis. Gli ospiti di questa sera saranno Donatella Finocchiaro, Alba Rohrwacher e Letizia Battaglia. Domani 19 luglio toccherà a Claudio Giovannesi, Lucia Mascino, Angela Fontana e Francesco Pannofino. Sabato 20 sarà la volta di Walter Veltroni, Paolo Zucca, Benito Urgu e del cast de L’uomo che comprò la luna, mentre domenica 21 ci saranno Stefano Fresi, Frankie Hi-Nrg, Andrea Romeo e Donatella Finocchiaro. Gli incontri avranno come media partner il settimanale Elle. Fino a domenica 21 luglio, inoltre, si potranno visitare tre mostre fotografiche sul cinema: “CliCiak, scatti di cinema 2019” alla Società dello Stucco, in via Cavour 43 a Olbia, “Mari di cinema” in piazza Gramsci a Porto San Paolo e “Antonio Pietrangeli: il regista che amava le donne” in piazza Mediterraneo a San Teodoro. Nei mesi di giugno, invece, si sono svolti a Olbia gli incontri con il fotografo di scena Angelo Turetta e il regista Daniele Luchetti.

 

LA SQUADRA. Il Festival, fondato dai fratelli Marco e Augusto Navone con la direzione artistica di Piera Detassis, è organizzato delle associazioni Argonauti e Cinematavolara, in collaborazione con Sky Arte HD, Mini e Fondazione Sardegna Film Commission, è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Ministero dell’Ambiente, dall’Area Marina Protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, dalla Regione Autonoma della Sardegna, con gli assessorati alla Cultura e al Turismo, e dai tre Comuni coinvolti: Olbia, San Teodoro e Loiri Porto San Paolo. A sostenere l’evento, presente nel circuito degli eventi cinematografici in Sardegna, Le Isole del cinema, Eni, Sinergest, Moys Marina di Olbia, Edugov, Moby, Tirrenia, Immobilsarda, Cantine delle Vigne di Piero Mancini, Wella, Intesa San Paolo, Naima e Fondazione Sardegna Film Commission. Mini rivive la settima arte presentando il progetto Mini Filmlab dedicato ai giovani film-maker, con il supporto di OffiCine (progetto nato dalla collaborazione di Anteo spazioCinema e Istituto Europeo di Design). I cortometraggi sono stati realizzati sotto la supervisione artistica di Silvio Soldini.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS