Un grido d'amore per il pianeta dalla Marinedda

OLBIA. Dalla Marinedda si è levato alto un grido d’amore per il pianeta terra, un urlo consapevole e ragionato per chiedere maggiore rispetto per l’ambiente. Venerdì si è infatti svolta l’iniziativa “Una presa di coscienza”, la performance artistica organizzata dall’associazione sportiva Marinedda Bay insieme al pittore Vincenzo Ganadu e con la partecipazione dei ragazzi delle scuole di Trinità d’Agultu. La manifestazione si è svolta con il patrocinio del Comune di Trinità d’Agultu, da sempre attento all’ambiente: la mattinata è iniziata con la raccolta delle microplastiche da parte di oltre cinquanta alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Trinità. Bambini e ragazzi hanno scandagliato la battigia della Marinedda alla ricerca dei rifiuti portati dal mare o abbandonati dai bagnanti. Nel primo pomeriggio, insieme a circa venti ragazzi provenienti anche dai plessi scolastici di Viddalba e Badesi, Vincenzo Ganadu ha coinvolto tutti in un gioco artistico.

I giovani hanno prima selezionato le microplastiche e poi hanno aiutato Ganadu a dipingere dal vivo una tavola da surf e ad applicare i piccoli rifiuti trovati nella parte bassa del dipinto. Il disegno si ispira a uno dei lavori più simbolici del pittore nato a Sassari nel 1973 e ormai sempre più impegnato nella surf art. « È  la Presa di coscienza – spiega Vincenzo Ganadu - si tratta di una mano che stringe la tavola nasce e dall’esigenza di urlare il disagio per il cambio climatico e l’inquinamento degli oceani».
«Questa iniziativa si sposa appieno con la nostra filosofia – commentano dall’associazione Marinedda Bay – ci tenevamo molto a dare anche noi il nostro piccolo segnale e per farlo abbiamo aspettato il FridayforFuture. Si conclude così un’altra stagione sportiva fatta di grandi emozioni, con le gare di surf Marinedda Bay Open e Nesos King of Grommets ed infine con la performance artistica di Vincenzo e tanti ragazzi in spiaggia uniti per difendere il nostro pianeta».  
Gli eventi organizzati dall’associazione sportiva Marinedda Bay sono supportati da Monster Energy, Nesos surf shop, Marineddabay e Cantina Li Seddi, birra Dolmen con il patrocinio del Comune di Trinità d'Agultu e in collaborazione con il Bar ristorante il Cormorano, il Chioscobar Mistral, il Ristorante il Saggittario, Canneddi beach di Cala Rossa, e l’Aqua Fantasy.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione