Controlli della polizia di stato a Olbia nei luoghi della movida cittadina

OLBIA. Nel corso dell'ultimo weekend il Commissariato di P.S. di Olbia ha attuato servizi straordinari di controllo del territorio nelle piazze e nei luoghi della movida cittadina ed altri siti cittadini ritenuti "sensibili" per spaccio e vandalismo, frequentati in particolar modo da giovanissimi. Il  servizio, rientra nel contesto dell’attività di prevenzione e repressione dell'uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti, vendita di alcolici e superalcolici ai minorenni.
Nell’attività sono stati controllati diversi esercizi pubblici e night club, nei quali gli agenti della Polizia Amministrativa hanno rilevato numerose inadempienze, immediatamente contestate ai titolari, che saranno soggetti a pesanti sanzioni amministrative.

Sono state identificate più di 130 persone, tra cui numerosi extracomunitari, 4 dei quali sono stati denunciati in stato di libertà all'autorità giudiziaria. Si tratta di: un cittadino pakistano di 26 anni, al quale era stata ritirata la carta d'identità, per irregolarità sulla normativa dell’immigrazione, aveva falsamente denunciato lo smarrimento pur di ottenere un nuovo documento; un cittadino senegalese di 51 anni, invece, ha dichiarato falsamente la sua dimora, al fine di vanificare eventuali controlli amministrativi;  un cittadino marocchino di 49 anni è stato denunciato per abbandono di persone minori o incapaci; un altro cittadino pakistano, di 41 anni, era inottemperante ad un decreto di espulsione del Prefetto e contestuale ordine del Questore di Sassari di lasciare il territorio dello stato. Nel corso della stessa attività, inoltre è stato denunciato in stato di libertà per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale un ragazzo olbiese, perchè pur di sottrarsi ai controlli ha reagito agli agenti.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA TÌROS