La campagna screening "Sardi e Sicuri" approda nel nord dell'Isola

OLBIA. La campagna di screening ‘Sardi e sicuri’ si sposta nel nord Sardegna. Sabato 10 e domenica 11 aprile il progetto della Regione per il contrasto alla diffusione del Covid-19, iniziativa condotta da Ares-Ats in collaborazione con le istituzioni del territorio, coinvolgerà quindici comuni: Sassari, Sorso, Sennori, Ossi, Usini, Tissi, Ittiri, Castelsardo, Viddalba, Tergu, Osilo, Uri, Nulvi, Valledoria e Santa Maria Coghinas.

Circa 600 gli operatori in campo, fra medici, infermieri, amministrativi, tecnici informatici e volontari. Lo screening si concentrerà in un unico fine settimana con l’impiego dei tamponi antigenici a immunofluorescenza. Nel solo Comune di Tergu i test saranno eseguiti esclusivamente nella giornata di domenica.

I cittadini che volessero sottoporsi al tampone potranno farlo, gratuitamente, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18, presentandosi in una delle 32 sedi operative (15 nella sola città di Sassari) muniti di tessera sanitaria e un numero di telefono al quale saranno inviate le istruzioni per il ritiro del referto online.

Lo screening di massa più importante mai realizzato in Sardegna proseguirà nel sassarese con un’ulteriore tappa che coinvolgerà il nord-ovest dell’Isola. I 32 comuni dell’ottavo appuntamento di ‘Sardi e sicuri’ si aggiungono ai 175 già coinvolti nelle precedenti tappe nei territori dell’Ogliastra, Nuoro e Sud Sardegna, compresa la città di Cagliari e l’area metropolitana.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione