Grande spettacolo per la prima giornata del Campionato Italiano Windsurfer a Pittulongu

OLBIA. Un tappeto di tavole e vele colorate hanno invaso il mare e la spiaggia di Pittulongu per la prima giornata di regate del 47esimo Campionato Italiano Windsurfer. Il colpo d’occhio è stato imponente con centinaia di spettatori sulla battigia a godere di uno spettacolo unico. Il vento di scirocco non si è fatto attendere e già dalle 13.30 è stato possibile disputare le prime prove. Il vento tra i 4 e gli 8 nodi ha dato vita a delle manche meno fisiche, ma molto più tattiche dove ogni atleta ha cercato di agguantare la migliore prestazione agonistica. A dominare la prima giornata il campione del mondo in carica, Alessandro Torzoni, ma anche Alberto Sanjust e Berry Donkerslot nello slalom. Nel course race primo Andrea Marchesi e Giulia Clarkson seconda nella categoria leggeri. Perché in questo tipo di competizioni sono quattro le categorie previste in base al peso: fino ai 68,3 chilogrammi, dai 74.5 agli 81.5, dagli 81.5 in su.

Luca Frascari presidente della classe Windsurfer, era in doppia veste di organizzatore e atleta, ecco il suo commento: ”Oggi abbiamo disputato una regata con condizioni al limite nel Course Race, mentre invece nello slalom siamo riusciti a chiudere delle ottime batterie. Lo spot è comunque spettacolare e il meteo purtroppo non si porta da casa, ma siamo comunque molto contenti e speriamo nei prossimi giorni che il vento sia dalla nostra parte. Ad ogni modo avevamo in acqua un livello altissimo con atleti che in passato hanno disputato mondiali, olimpiadi ed europei. Le gare sono molto combattute, ma lo spirito a terra è anche goliardico e questo sport continua ad affascinare anche i più giovani e non a caso abbiamo tra gli iscritti molti giovanissimi”.

Grande entusiasmo anche da parte di un’altra grande protagonista della giornata, Celine Bordier, già campionessa mondiale nel 1992 in Sud Africa che qui punta al titolo italiano: “Abbiamo faticato molto prima che il vento si stabilizzasse, il campo di regata di oggi è stato molto tecnico con raffiche che arrivavano da sinistra e da destra. Ma se arriverà il vento non avrò problemi. Comunque parlando dello spot posso dire che è assolutamente fantastico, lo conobbi 35 anni fa, ero in stato di gravidanza e non avevo potuto gareggiare. Per questo mi fa davvero piacere essere qui”.

Domani appuntamento alle 10 sulla spiaggia per un’altra giornata di grande spettacolo. Stesso format di oggi con le regate di slalom, course race, freestyle e long distance. Impeccabile l’organizzazione del Circolo Nautico Olbia che ha garantito l’assistenza agli atleti in acqua e a terra.

Gli sponsor
Il Circolo Nautico Olbia è riuscito ad organizzare l’evento grazie alla sensibilità della Fondazione di Sardegna, del Comune di Olbia, della, Federazione Italiana Vela e dell’International Windsurfer Class Association.

Sponsor ufficiali della manifestazione sono: San Carlo, Taula Group, Euro Co.MI Mercedes Benz, First Bunker yacht fuel service, La Cantina del Vermentino di Monti, Wella, Acqua Smeraldina, Hotel Pozzo Sacro, Kapriol Italian Design, Cantina Gallura Tempio Pausania, Seabounty Tourist Services, Tecnoverde Garden e G-Tender, F.lli Uccula, Unipol SAI - Conti Assicurazioni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione