Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: ad Arzachena un convegno

OLBIA. Il Comune di Arzachena prosegue nel percorso di sensibilizzazione dei cittadini sul tema della violenza sulle donne in occasione della Giornata internazionale dedicata al fenomeno. Giovedì 25 novembre, alle 15:30, l’auditorium comunale ospita il convegno “La Violenza sulle donne: implicazioni psicologiche e sociali”. Dalle iniziative riservate alle scuole con il progetto “1000 e una donna”, all’installazione della panchina arancione in piazza Risorgimento, sino all’apertura di uno sportello di ascolto, l’assessore ai Servizi Sociali, Gabriella Demuro, rinnova l’impegno nel contrastare la violenza di genere con questo appuntamento. L’evento è organizzato in collaborazione con il Consorzio Network Etico e la Cooperativa Piccolo Principe.

“Anche ad Arzachena riscontriamo episodi di violenza sulle donne ed è importante affrontare apertamente il problema nella nostra comunità - spiega l’assessore Gabriella Demuro -. L’attivazione dello sportello di ascolto Le Ninfee è un grande passo avanti nel tentativo di contrastare il fenomeno. Offriamo gratuitamente supporto psicologico e legale nel massimo rispetto della privacy. Il 25 novembre presenteremo in modo completo le attività condotte attraverso lo sportello, i Set - servizi educativi territoriali e la comunità alloggio. I cittadini fragili, e le donne in particolare, non devono sentirsi soli. Con la convivenza forzata durante il lockdown c’è stato un sensibile aumento delle segnalazioni di maltrattamento subito dalle donne e, purtroppo, come confermano le cronache, violenza e femminicidi ancora non sembrano diminuire”.
“L’evento è un’occasione di confronto e formazione su un fenomeno complesso che vede come tristi protagoniste le donne, ma che coinvolge anche le istituzioni pubbliche e i servizi socio-sanitari del territorio, quotidianamente impegnati ad affrontare richieste di aiuto. Insieme alle colleghe, ci soffermeremo sul delicato tema della violenza domestica che si ripercuote sui figli delle donne maltrattate. Parleremo anche dello sportello Le Ninfee, che offre un’accoglienza non giudicante e un valido sostegno psicologico. Rievocando il potere rigenerativo della ninfea vogliamo mettere in luce la capacità della donna di rinnovarsi e svincolarsi dalle relazioni maltrattanti se adeguatamente supportata” spiega Agostino Loriga, psicoterapeuta al servizio del centro.

Il convegno moderato dall’assistente sociale Salvatore Deriu prevede i saluti istituzionali; l’intervento della psicologa Stefania Pileri “Violenza sulle donne e stereotipi di genere: presentazione del centro di ascolto Le Ninfee”; l’intervento dello psicoterapeuta Agostino Loriga “Vivere con Barbablù: la violenza di genere e le ripercussioni sui minori”; l’intervento dell’avvocato Vittorio Campus “Evoluzione normativa e contesto socio culturale”;  la presentazione dei servizi rivolti alle famiglie a cura della psicologa Anna Dau e dell’educatrice Dalila Caaducciu.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione