Fiba Confesercenti nord Sardegna incontra l'assessore Sanna sulle concessioni balneari

OLBIA. Il giorno 15 gennaio, la Fiba Confesercenti nord est Sardegna ha incontrato l’Assessore agli Enti locali, l’On. Quirico Sanna, e la Consigliera Regionale, l’On. Carla Cuccu, in un’assemblea molto partecipata dalla categoria dei balneari di Olbia, Arzachena, Santa Teresa, Siniscola.  Un incontro orientato a fare chiarezza in un momento estremamente complesso per il comparto italiano.

A riguardo, l’assessore Quirico Sanna, commentando la sentenza dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, ha ricordato che, al momento, la stessa non è stata depositata e che, comunque, si ravvisa un eccesso di giurisprudenza, ricordando  che allo stato attuale la legge 145/2018 è ancora in vigore non essendo stata abrogata. L’Assessore ha poi illustrato il proprio apporto tecnico nel corso degli incontri Stato – Regioni, evidenziando il ruolo fondamentale dei concessionari balneari per la collettività, chiamati spesso a colmare la totale assenza dello Stato nell’erogazione dei servizi in spiaggia per i diversamente abili, per il salvamento a mare, la pulizia degli arenili e nell’erogazione di servizi come docce e bagni.

Premesso che siamo sempre stati contrari alle evidenze pubbliche, previste dalla direttiva Bolkestein ,ragioni per le quali gli attuali concessionari balneari devono ricevere le giuste garanzie a loro tutela sia nella definizione dei criteri richiamati, nelle ipotetiche, evidenze pubbliche, se ci saranno, sia nel rispetto di tutte le peculiarità di ogni singola Regione. Nel caso Sardegna, sarà proprio l’On. Quirico Sanna ad occuparsi, con gli uffici del suo Assessorato, della mappatura di tutte le concessioni in essere nell’isola, circa 1.200. Un impegno evidentemente notevole di fronte al quale è stata chiesta al Governo una tempistica più congrua di almeno 6 anni e non due, come previsto, per poter portare a compimento il lavoro assegnato.

La sola mappatura di ogni singola concessione, solo per citarne un aspetto, è estremamente complessa, anche in virtù del fatto che, negli anni, la stessa può aver cambiato la sua natura, per vie di modifiche rispetto alle cartografie e, aspetto non secondario, dell’erosione costiera.  Un altro aspetto fondamentale evidenziato dalla categoria è quello relativo all’individuazione di nuove regole per la stesura dei PUL, utili a rendere gli stessi più coerenti con la situazione attuale.

Fase cruciale, questa, per la quale si rende indispensabile un confronto costante con la categoria, attraverso l’istituzione di specifici tavoli tecnici orientati ad una visione mirata a prediligere i servizi piuttosto che un’assegnazione degli spazi disomogenea e disarmonica .

Come lo stesso Assessore ha ricordato, subito dopo l’elezione del Presidente della Repubblica si recherà a Roma per portare avanti le istanze della Regione Sardegna.  Nel frattempo, le attuali concessioni demaniali ,non sono scadute, come erroneamente si possa pensare e resteranno in essere fino alla fine dello Stato di emergenza, più ulteriori 90 giorni. Il direttivo FIBA Confesercenti Nord Est Sardegna si dice molto soddisfatto dell’incontro, primo di una lunga serie di appuntamenti chiarificatori su un tema, quello delle concessioni balneari, che rischia di danneggiare decine di migliaia di imprese del settore.


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche

SIDDURA