La Guardia Costiera fesetggia i 50anni della mnotovedetta CP2011

OLBIA. Compie cinquant'anni la motovedetta “CP 2011” della Guardia Costiera, che rappresenta l'unità navale più longeva tra quelle attualmente in servizio a livello nazionale. Costruita in esemplare unico, la motovedetta è stata varata nei cantieri Motomar di Lavagna (GE) ed è entrata in servizio il 18 febbraio 1974, assegnata alla Capitaneria di porto di Imperia. Con una lunghezza fuori tutto di 12,54 m, equipaggiata con 2 motori diesel entrobordo Iveco-Aifo da 320 cavalli ciascuno, la M/V ha una autonomia di 860 miglia nautiche ed è in grado di raggiungere una velocità massima di 24 nodi.

Fin dal 1974, per quasi trent'anni, è stata impiegata nel dispositivo SAR (Search and Rescue) della Guardia Costiera, eseguendo complessivamente oltre tremila interventi nelle acque del Mar Ligure. Nel corso degli anni l'unità è stata oggetto di continui interventi di manutenzione e di costanti lavori di ammodernamento che hanno consentito il suo impiego continuativo. Nel 2002 la M/V CP 2011 ha terminato il proprio servizio operativo per essere impiegata nell'attività formativa di base delle risorse umane del Corpo delle Capitanerie di porto ed, in particolare, nell'ambito dei corsi di abilitazione al comando costiero delle unità navali, rappresentando di fatto un ausilio didattico di pregio per l'addestramento dei futuri comandanti di motovedetta della Guardia Costiera.
Buon compleanno CHARLIE PAPA VENTI UNDICI!



© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione