Al via il Portorotondo Festival 2024 con The Voice of Violin

OLBIA. Il “Portorotondo Festival” dell’estate 2024 continua la sua strada per valorizzare le bellezze di questo gioiello del turismo mondiale noto e apprezzato in tutti i Continenti. Ambizioso progetto dei sostenitori e organizzatori, per il secondo anno la kermesse, per la sua 23esima edizione, vede come capofila l’Associazione Giovani Portorotondo presieduta dall'Avvocato Sergio Deiana, che, nelle due precedenti stagioni, ha firmato, con la direzione artistica di Husnein Nasir, gli eventi Mooda parte integrante del calendario generale del Consorzio di Portorotondo, presieduto da Leonardo Salvemini e diretto da Paolo Manca, che da alcuni anni raduna attorno ad un tavolo tutti gli organizzatori per dare vita ad un caleidoscopico cartellone di appuntamenti di musica, teatro, cinema, danza, letteratura, sport, vela e grandi eventi che dura oltre 6 mesi e coinvolge centinaia di artisti, sportivi e personaggi celebri.

Con il sostegno del Comune di Olbia, della Fondazione di Sardegna la rassegna, che aderisce al circuito Salude & Trigu della Camera di Commercio del Nord Sardegna, è partito con un appuntamento di assoluto interesse che anticipa la programmazione, concentrata nei mesi centrali dell’estate e finale il 6 settembre quando un grande evento di saluto chiuderà il sipario di un’annata speciale contrassegnata dal boom turistico e dal prestigioso compleanno del villaggio fondato 60 anni fa dai Conti Luigi e Nicolò Donà Dalle Rose.
Ieri sera venerdì 28 giugno alle 20 inaugurazione con The Voice of Violin, alias Gianbattista Longu, virtuoso dell’archetto, compositore, arrangiatore e concertista presente nei più prestigiosi festival nell’Isola e oltre Tirreno, che ha proposto nella suggestiva piazzetta San Marco il suo recital “Aperitivo in Musica” per la gioia di turisti e residenti che potranno assistere ad un’ora di grande musica nello scenario unico della cornice incantata del gioiello architettonico progettato agli inizi degli anni '60, come una finestra sul porto, dal genio di Andrea Cascella.

Il patron Sergio Deiana ha voluto iniziare a giugno il cartellone del Portorotondo Festival proprio per allungare la programmazione e assicurare il massimo coinvolgimento dei villeggianti anche in concomitanza con l’importante compleanno del borgo: sono numeri imponenti quelli dell’edizione numero 23 del Festival con 15 giornate di spettacoli, quattro celebri personalità che arriveranno con i loro nuovi libri, due live dai grandi numeri realizzati in collaborazione con il Coffee Pot in Piazza San Marco,  due eventi all’Anfiteatro con alcuni dei migliori dj e producer nazionali ed internazionali curati da Husnein Nasir e, come novità attesissima, gli incontri di yoga nella spiaggia del Tartarughino Beach tenuti dall’insegnante Laura Basile e ideati da Marcello Mansouri.
Tutti gli appuntamenti saranno ad ingresso libero e gratuito.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche