Vuoi partecipare al futuro di Olbia, ecco il questionario sulla mobilità sostenibile


OLBIA. L’Amministrazione comunale sta predisponendo il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), strumento di pianificazione con il quale si programmano le azioni che, a medio e lungo termine, consentiranno di raggiungere l’obiettivo di una migliore qualità della vita per le cittadine e i cittadini di Olbia.

La partecipazione pubblica è necessaria per la stesura del Piano Urbano della Mobilità Sostenibilein ogni sua fase, per questo il Comune è interessato a conoscere opinioni, bisogni e desideri di chi vive o lavora in città, così che il PUMS tenga conto anche di tali esigenze.
Già durante la redazione del quadro conoscitivo, la parte iniziale del Piano, è stata condotta una campagna di indagine su strada - con rilievi dei flussi di traffico, conteggio dei veicoli, analisi della domanda e dell’offerta di sosta, interviste ai commercianti - i cui risultati sono stati presentati dal Sindaco Settimo Nizzi e dalla società Sintagma nel corso dell’evento pubblico del 22 aprile scorso.
Ora gli abitanti di Olbia possono contribuire al PUMS con la compilazione di un questionario online.
«Il sondaggio ha ad oggetto gli spostamenti giornalieri più importanti e le esigenze e preferenze delle persone in tema di mobilità - afferma Nizzi caldeggiando la compilazione del questionario - .Mappando le principali polarità degli spostamenti, ad esempio, sarà possibile verificare quali siano i luoghi di maggior congestione in città e, indagando le misure di moderazione del traffico gradite ai cittadini, si potranno progettare in modo più efficace gli interventi utili a ridurlo. La compilazione richiede pochi minuti ed è anonima, i dati vengono inviati automaticamente all’account Google della società Sintagma che li elaborerà».
Obiettivo ultimo è raccogliere informazioni per individuare strategie e azioni specifiche volte a migliorare la qualità della vita, dell’ambiente, ad avere una maggiore fluidità negli spostamenti in città, migliori servizi di trasporto collettivo, una città più accessibile. Il questionario è disponibile sul sito del Comune a questo link: https://forms.gle/JgWc4dGymwJegpad7
Più nel dettaglio, il questionario è diviso in sezioni e indaga luogo di partenza e arrivo, motivo, frequenza e orari degli spostamenti quotidiani, così da individuare le principali polarità del traffico urbano. Si dà spazio poi alle opinioni sulla mobilità dolce, ovvero quanto siano graditi e in che forma gli interventi di moderazione del traffico, ztl, sharing, parcheggi di scambio ecc.
Le sezioni successive sono dedicate alle varie declinazioni della mobilità, quali la propensione all’uso della bicicletta, la mobilità pedonale, il trasporto pubblico, la mobilità elettrica. Relativamente alla mobilità ciclistica e pedonale si approfondiscono i motivi che incoraggiano o eventualmente dissuadono i cittadini agli spostamenti su due ruote e a piedi. Per il trasporto pubblico locale l’uso è certamente influenzato dalla percezione che gli utenti hanno di potenzialità e limiti del servizio.
«Tante più risposte vi saranno, quanto più si potrà redigere un Piano realmente rispondente ai bisogni di chi Olbia la vive quotidianamente» conclude il Sindaco.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione

Leggi anche