Riforme: De Petris, 'non si può svilire democrazia parlamentare'

politica
AdnKronos
Roma, 7 feb. (AdnKronos) - "Ridurre il funzionamento della democrazia a una questione di costi e risparmi, come fa questa riforma della Carta, significa immiserire e svilire in modo inaccettabile il senso della democrazia parlamentare e dunque il cuore stesso della Repubblica. Dietro questi conti, in realtà, si nasconde un corrente nefasta che periodicamente risorge nel nostro Paese, con risultati sempre disastrosi: l'antiparlamentarismo. L'insofferenza e il fastidio per la democrazia parlamentare". Lo afferma la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto. "La crisi della rappresentanza e della democrazia rappresentativa -aggiunge- è un problema serio che riguarda l'Italia come molti altri Paesi occidentali. Ma lo si dovrebbe affrontare con un taglio opposto, limitando la decretazione d'urgenza come M5S diceva di voler fare salvo dimenticarsene appena arrivato al governo. Del resto, la retorica anticasta è valida solo quando serve a infliggere colpi al Parlamento e alla democrazia parlamentare. Può invece essere tranquillamente messa da parte, a quanto pare, quando bisogna salvare il ministro Salvini da un giusto processo per aver agito al di fuori della legge e contro la legge".

Leggi anche

SIDDURA MAÌA