Turismo: Zaia, 'bene unione spiagge venete' (2)

economia
AdnKronos
(AdnKronos) - “Se fossi Cornelia, la madre dei Cracchi, direi “questi sono i miei gioielli" - ha esordito Zaia abbracciando i quattro rappresentanti della costa veneta - Sono bravi perché hanno fatto sistema, hanno fatto squadra. Come diciamo noi: da soli si fa prima, ma insieme si fa più strada. Questi signori rappresentano 32 milioni di presenze turistiche, quasi la metà del Pil turistico del Veneto, che vale circa 18 miliardi di euro. Quindi il fatto che si mettano insieme ci fa ben sperare, perché significa anche creare occupazione, Pil e ancora crescita, perché il Veneto non può fare altro che crescere”."Insieme si vince, pur mantenendo ognuna le proprie caratteristiche. E’ come nelle famiglie – ha continuato Zaia – con ogni componente che ha la sua identità. Però proprio le famiglie sono i punti di forza della nostra società, i singoli individui no. E quindi, il fatto che si siano messi insieme, mantenendo la propria identità, con la storia, la tradizione, il cliente tradizionale, va nella direzione giusta”.Quattro spiagge ed un partner come Atvo, Azienda dei trasporti del Veneto Orientale, che ha deciso di investire nel progetto. “Perché questa è gente seria: si investe su progetti seri e si investe, si fa rete. Esattamente quello che altre comunità internazionali e nazionali non sanno fare”, ha sottolineato.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA