Mps: figlia David Rossi presenta libro alla Camera, 'chiediamo giustizia' (2)

politica
AdnKronos
(AdnKronos) - Anche perché, chiarisce Carolina, "noi non siamo partite dal complotto o dal pregiudizio, al contrario la Procura è partita solo da un assunto, che David si fosse suicidato. Per questo non è stata disposta un'autopsia, non sono stati posti sotto sequestro i vestiti che aveva indosso e che sono andati distrutti. Con i se conviviamo tutti i giorni, ma tante cose non spettavano a noi...".Antonella, al suo fianco, chiede "il diritto alla giustizia". E racconta come "un incubo" il processo che l'ha vista imputata -poi assolta- con l'accusa di aver violato la privacy dell'ex ad della Banca Mps, Fabrizio Viola. "Mi son sentita ostaggio per due anni -racconta - ma non perdo di vista l'obiettivo principale, capire cosa sia successo davvero quella sera: abbiamo diritto a una risposta". L'avvocato della famiglia Rossi e parlamentare dem, Carmelo Miceli, chiede a Siena la forza di reagire: "credo che i senesi abbiano una possibilità di riscatto - dice - un modo è quello di rendere giustizia a David che, probabilmente, ha pagato pene e speculazione di altri".Walter Rizzetto, di Fdi, ricorda le immagine di quella tragica sera diffuse da Le Iene: "mi hanno sconvolto - dice - io non sono un avvocato né tantomeno un medico, ma ritengo che chi vede quelle immagini possa capire che qualcosa è andato storto. Quando in uno Stato civile serve coraggio per dire che ci sono lati oscuri in quel che è successo, allora è un fallimento per tutti, vacilla l'architrave stessa dei diritti. Il titolo del libro di Carolina vale tutto. E la politica ha il compito di affiancarsi a persone che vivono sulla loro pelle ogni giorno, oltre al dolore di un lutto, un macigno che fa diventare vittime anche loro".

Leggi anche

SIDDURA TÌROS