Sostenibilità: Sofidel, entro 2030 via 50% plastica da scaffali

economia
AdnKronos
Roma, 13 giu. - (AdnKronos) - Ridurre del 50% l’incidenza della plastica convenzionale nella produzione entro il 2030 (rispetto al 2013), un obiettivo che equivale ad eliminare oltre 11.000 tonnellate all’anno di plastica immessa sul mercato. Lo ha deciso il gruppo Sofidel, produttore di carta per uso igienico e domestico, che già negli anni scorsi ha avviato una riduzione dello spessore del film plastico impiegato nel processo produttivo, l’introduzione di nuovi packaging in carta kraft, già presenti o in arrivo sugli scaffali della distribuzione europea e il progressivo impiego, in alcuni mercati, di plastiche riciclate o di bioplastiche. Già entro la fine del 2020 Sofidel si impegna a eliminare l’equivalente di 600 tonnellate di plastica all’anno dalle confezioni destinate al consumo finale dei suoi principali marchi europei, prevalentemente attraverso l’introduzione di packaging in carta in sostituzione o in affiancamento ai prodotti esistenti. In Italia, la nuova linea arriverà nei punti vendita della grande distribuzione a partire dal mese di luglio con pack in carta kraft (materiale di origine vegetale e quindi rinnovabile, biodegradabile e facilmente riciclabile) al posto del classico polietilene, aggiungendosi alla gamma tradizionale e prodotta impiegando esclusivamente energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, generata presso gli stabilimenti Sofidel.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA