Governo: Anima, dubbi su trasferimento Commercio a Ministero Esteri

economia
AdnKronos
Milano, 10 set. (AdnKronos) - "Abbiamo qualche dubbio sull'ipotesi che vengano trasferite le competenze in materia di internazionalizzazione e di politica commerciale internazionale dal ministero dello Sviluppo economico al ministero degli Affari esteri e commercio internazionale". Lo afferma Marco Nocivelli, presidente di Anima Confindustria, l'associazione che rappresenta l’industria meccanica italiana. Sono mille le aziende del comparto rappresentato che, in media, vantano una quota export pari al 58%, equivalente a circa 28 miliardi di euro. "L’export è la chiave di volta delle imprese della meccanica: è stato l’ancora di salvezza in questi anni di smottamento dovuti alla crisi economica e, ancora oggi, compensa la debolezza del mercato interno. Il commercio estero è sinonimo di sviluppo economico. Per la nostra esperienza, le competenze di commercio estero procedono di pari passo con altre competenze, quali la tutela della proprietà intellettuale, gli incentivi, la lotta alla contraffazione, l’economia digitale, che fanno capo al Mise", sottolinea Nocivelli.

Leggi anche

SIDDURA MAÌA