Referendum: M5S, 'orientati per il no'

politica
AdnKronos
Roma, 16 feb. (Adnkronos) - "I quesiti referendari, soprattutto quelli sull'abolizione dell'automatismo della Legge Severino e sull'allentamento delle misure cautelari, non c'entrano nulla con il miglioramento dell'efficienza della giustizia". Lo dichiarano, in una nota, le deputate e i deputati M5S della commissione Giustizia."La Legge Severino - continuano - rappresenta per noi un testo fondamentale perché ispirata dall'esigenza di avere un Parlamento e tutte le istituzioni 'pulite'. La sua eventuale modifica va nella direzione opposta"."Ricordiamo poi - aggiungono - che tra i quesiti ammessi ce ne sono alcuni legati alla riforma del Csm, presentata in Consiglio dei ministri dalla Guardasigilli Marta Cartabia, che ricalca in gran parte la riforma Bonafede. Una sua rapida approvazione renderebbe inutile lo svolgimento del referendum e noi stiamo lavorando in Parlamento per questo”.

Leggi anche

SIDDURA