Coordinamento provinciale Fd'Italia
Il tesseramento chiude il 30 novembre


OLBIA. Si è svolta nei giorni scorsi la riunione del Coordinamento Costituente Provinciale di Fratelli d'Italia in concomitanza con la visita in Gallura dell'assessore Regionale all'Industria, Antonello Liori. Alla riunione erano presenti il capogruppo in Consiglio Regionale, Matteo Sanna, la portavoce del Coordinamento, Maria Antonietta Cossu, l'assessore comunale Marco Vargiu, il consigliere comunale Gian Lodovico Giulio Careddu, i consiglieri provinciali Gigi Carbini e Mario Russu, il consigliere comunale Chicco Cannas e il componente del Coordinamento Marco Aini, il responsabile amministrativo del Gruppo Marco Balata e altri rappresentanti locali del partito. Durante la riunione sono state rese note le numerose attività svolte in Giunta Regionale e nel consiglio regionale della Sardegna per opera dei rappresentanti del partito. Matteo Sanna ha espresso ampia soddisfazione per l'attività legislativa del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia. 

In particolare sono state segnalate le proposte di legge a favore degli utenti morosi di Abbanoa affinché sia garantita una dilazione del pagamento dei debiti pregressi, in materia di usi civici e in materia di beni paesaggistici e soprattutto la proposta di legge concernente la proroga della Legge sul Piano Casa per ulteriori dodici mesi che ha già avuto il via libera nella Commissione Consiliare competente. Si è inoltre parlato della campagna di adesioni a Fratelli d’Italia. La data prevista per la chiusura del tesseramento presso le costituenti provinciali è il 30 novembre 2013. Successivamente a questa data si procederà a organizzare la fase congressuale. Sono numerose le richieste di adesione a Fratelli d'Italia da parte di semplici cittadini interessati alla costruzione di un nuovo centrodestra e di numerosi rappresentanti delle istituzioni. Nei prossimi mesi farà una visita in Sardegna il coordinatore nazionale di Fratelli d'Italia, Guido Crosetto e il capogruppo alla Camera dei Deputati, Giorgia Meloni.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci