Autorità Portuale in Sardegna
Parlamentari sardi su caso Massidda

di Antonella Brianda


OLBIA. Era nell'aria da tempo, in molti se lo aspettavano, alcuni l'avevano "predetto" e annunciato, ma con la sentenza del Consiglio di Stato sul caso Massitta, gli animi si sono accessi e le dichiarazioni e prese di posizione riguardo la nomina di Fedele Sanciu a commissario straordinario dell'Autorità Portuale del Nord Sardegna, si sprecano. Gian Piero Scanu, Romina Mura e Silvio Lai, parlamentari sardi del Partito Democratico, hanno chiesto al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi di congelare la nomina dell'ex senatore Pdl ed ex presidente della Provincia Olbia-Tempio. Gli esponenti del Pd sardo a breve fanno sapere che presenteranno un'interrogazione urgente a proposito dell'annullamento della nomina dell'ex senatore del Pdl Piergiorgio Massidda alla presidenza dell'Autorità Portuale di Cagliari. "Il Consiglio di Stato è stato chiaro e un ministro della Repubblica non può pensare di ignorare impunemente le indicazioni dei giudici amministrativi", hanno dichiarato i tre parlamentari che hanno proseguito: "Il ministro Lupi riferisca in commissione Trasporti della Camera e al Senato anche sulla situazione che si è venuta a creare a Cagliari dopo la sentenza del Consiglio di Stato". "L'assenza dei requisiti necessari per ricoprire un incarico così importate non dev'essere certificata dai giudici e, come accaduto per Cagliari, due anni dopo l'insediamento del presidente incaricato", ha osservato Silvio Lai.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA