Olbia, bullismo tra giovanissimi
Finisce in comunità 14enne olbiese

di Antonella Brianda


OLBIA. E' stata accompagnata in una comunità la quattordicenne di Olbia che, insieme ad una decina di ragazzi e ragazzine dai 13 ai 17 anni, faceva parte di una baby gang olbiese. Questa mattina i carabinieri hanno dato esecuzione ad un'ordinanza emessa del gip del Tribunale dei Minorenni di Sassari. Gli episodi contestati alla giovanissima risalgono ai primi giorni del settembre scorso, quando una ragazza di 15 anni è stata vittima di un'aggressione da parte del gruppo. La giovane è stata insultata, picchiata e rapinata del suo iPhone, mentre si recava in pizzeria con le amiche in via Vittorio Veneto. A seguito della denuncia fatta dai genitori della vittima, sono scattate le indagini che hanno portato a tredici perquisizioni domiciliari e al ritrovamento di 1,5 grammi di eroina, 17 grammi di hashish, una pistola ad aria compressa da soft air con palle d'acciaio, sei telefoni cellulari e una macchina fotografica digitale. Il risultato di quest’oggi è frutto di un’attività investigativa serrata dei carabinieri del reparto territoriale che ha permesso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di richiedere ed ottenere una misura coercitiva forte nei confronti di una giovane resasi responsabile di un fatto gravissimo.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
SIDDURA TÌROS