Primo nato a La Maddalena
Fiocco rosa al Paolo Merlo

OLBIA. Alle 10.40 di questa mattina, nella sala parto del Paolo Merlo è venuta alla luce, in seguito a parto naturale, Gioia Masoni, primogenita di Pamela Orecchioni, impiegata di Palau di 26 anni, e del geometra originario di Porto Pozzo, Roberto Masoni, di 28 anni. 

Il 2014 si chiude nell’Isola di La Maddalena con un incremento delle nascite superiore al 12%; dai 68 nati del 2013 si è passato infatti ai 77 del 2014; a questi devono aggiungersi una decina di donne, che rischiavano di partorire prima della 34esima settimana, e sono state indirizzate verso altre strutture sanitarie che garantiscono, a differenza delle strutture galluresi, l’assistenza neonatologica con terapia intensiva. <o:p></o:p>


“Abbiamo notato nell’ultimo anno una maggior presenza di giovani donne provenienti dal territorio, come Palau, Santa Teresa, Arzachena”, spiega Sebastiano Uscidda, responsabile del reparto di Ostetricia dell’ospedale Paolo Merlo.<o:p></o:p>


Nel 2013 sono aumentate le partorienti italiane, sono state infatti pari all’88% (68 donne su 77), a cui si aggiungo 5 mamme rumene, 2 senegalesi, una domenicana e una thailandese. <o:p></o:p>

<o:p> </o:p>

Le mamme che partoriscono al “Paolo Merlo” hanno mediamente 30 anni.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Golfo Aranci